2Lightyears «Empty Words» (2019)

2lightyears «Empty Words» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
26.05.2020

 

Visualizzazioni:
248

 

Band:
2Lightyears
[MetalWave] Invia una email a 2Lightyears [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di 2Lightyears [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di 2Lightyears [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di 2Lightyears

 

Titolo:
Empty Words

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Alice Guerzoni :: Vox
Federico Zappaterra :: Guitars
Riccardo Daga :: Guitars
Michele Gilioli :: Bass
Nicola Bentivoglio :: Drums

 

Genere:
Alternative Rock

 

Durata:
32' 8"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
20.09.2019

 

Etichetta:
Too Loud Records
[MetalWave] Invia una email a Too Loud Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Too Loud Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Too Loud Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Simpatico disco di debutto per questi 2lightyears da Ferrara, arrivati al proprio disco di debutto, che consiste in un alternative rock leggero e molto easy listening, che poggia tutto sulla voce femminile e delle chitarre che sanno accompagnarla senza finire per suonare 4 accordi senza al contempo esporsi troppo né esagerare con la distorsione.
Ne risulta un pugno di canzoni che scorrono lisce e molto radiofoniche in questo “Empty words”, leggere e tranquille, tanto da andare praticamente a lambire addirittura i lidi pop, per quanto la musica rifugge le spigolosità del metal e del rock più pesante, finendo per farsi notare nella elegante “I still believe”, o nella up tempo ma moderata “It’s echoing”, passando per la romanticità di “Numb”, che comunque non sposta più di tanto il mood generale, che tra l’altro insiste sempre su un feeling radiofonico e dalle canzoni di breve durata, lasciando poco spazio a digressioni musicali e limitandosi al minimo indispensabile descritto dalla voce. “Empty words” per questo motivo è un disco di facilissima presa, ma che potrebbe essere anche disdegnato in quanto molto radiofonico e orecchiabile, cosa che va inevitabilmente a scapito della longevità del disco. Si può interpretare questo disco come una pausa carina tra ascolti più duri, oppure lo si può vedere al negativo, come un disco troppo leggero e poco chitarroso per noi amanti del metal. A voi la scelta di dargli una chance. Personalmente, io mi limito a un voto che giudica questo disco come non male, ma anche non imprescindibile.

Track by Track
  1. I Still Believe 70
  2. It's Echoing 70
  3. Rise Again 65
  4. The Thought of You And I 70
  5. Numb 70
  6. Street Lights 65
  7. Dirty Little Lies 65
  8. Contradictions 65
  9. All In My Head 65
  10. Back Home 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
67

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 26.05.2020. Articolo letto 248 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.