Coffeinne «Requiem» (2020)

Coffeinne «Requiem» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
14.03.2020

 

Visualizzazioni:
76

 

Band:
Coffeinne
[MetalWave] Invia una email a Coffeinne [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Coffeinne [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Coffeinne

 

Titolo:
Requiem

 

Nazione:
Spagna

 

Formazione:
- Iñaki Lazcano :: Vocals;
- David Villarreal :: Guitar;
- Miguel Manjón :: Bass;
- Pako Martinez :: Drums;

 

Genere:
Melodic Metal

 

Durata:
47' 14"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
13.03.2020

 

Etichetta:
Art Gates Records
[MetalWave] Invia una email a Art Gates Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Art Gates Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Art Gates Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Art Gates Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Art Gates Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Un bel disco questo “Requiem” dei Coffeinne metal melodic band spagnola tecnicamente rilevante ed orecchiabile sin dal primo ascolto. Indubbiamente le influenze richiamano molto il nuovo modo di concepire l’heavy sia con schiettezza che nel mantenere sempre su di giri le andature che piacciono e divertono molto. Molto espressivo il clean e altrettanto tecniche le ritmiche della band sempre pronte a mutare assetto tra una melodia e l’altra. “Frozen Seas” è la traccia che meglio poteva scegliersi per l’apertura del disco, potente, melodica e con un ritornello che si canticchia subito; dal sapore quasi più power metal è “Back To The Light” in cui l’espressività del clean è particolarmente intensa; segue poi “One More Day” un brano appena più moderato ma indubbiamente sempre grintoso nella proposta e forte ancora una volta di un buon refrain di chitarra; è poi la volta di “Forevermore” divertente e ben concepito strutturalmente; intensa e cattiva quanto basta è “Showdawn” quasi a ricordarci un po’ lo stile dei Firewind; seguono poi “Never Again” e “Wake Up”, due brani di moderata intensità più protesi all’hard rock che mai perdono in ogni caso l’indiscussa aggressività che contraddistingue la band; “Open You Eyes” si presenta con tutta la determinatezza possibile forte di una propensione ritmica da brividi; a seguire “Crash And Burn” un heavy moderno e grintoso che lascia ancora una volta il proprio segno; a finire la lunga “Requiem” in cui nei sette minuti di esecuzione vi è la partecipazione come guest di Timo Tolkki a decoro conclusivo di un album di rilevante spessore che potrà solamente piacere a chi ama il metal melodico dei Coffeinne.

Track by Track
  1. Frozen Seas 85
  2. Back To The Light 85
  3. One More Day 85
  4. Forevermore 80
  5. The Showdown 80
  6. Never Again 85
  7. Wake Up 85
  8. Oper Your Eyes 85
  9. Crash And Burn 80
  10. Requiem (Feat Timo Tolkki) 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
83

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 14.03.2020. Articolo letto 76 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.