Barbarossastrasse «Waiting In The Wings» (2018)

Barbarossastrasse «Waiting In The Wings» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
04.05.2019

 

Visualizzazioni:
112

 

Band:
Barbarossastrasse
[MetalWave] Invia una email a Barbarossastrasse [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Barbarossastrasse [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Barbarossastrasse [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Barbarossastrasse [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Barbarossastrasse

 

Titolo:
Waiting In The Wings

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Dario Tanzarella :: Vocals
Riccardo Ciabatti :: Guitars
Alessandro Pozzebon :: Bass
Marco Guardabasso :: Drums

 

Genere:
Heavy Rock

 

Durata:
44' 10"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
07.12.2018

 

Etichetta:
Volcano Records
[MetalWave] Invia una email a Volcano Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Volcano Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Volcano Promotion
[MetalWave] Invia una email a Volcano Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Volcano Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Volcano Promotion

 

Recensione

Non male il secondo disco dei rockers Barbarossastrasse da Siena, che in 44 minuti circa ci presentano questo “Waiting in the wings”, e che in questa release appare chiaro che vogliono semplicemente farci divertire molto.
Se infatti una cover palesemente troppo uguale a una dei Motley Crue lascia pensare a un disco di tributo, la realtà è un po’ diversa: se infatti qua e là appaiono richiami evidenti alla band suddetta, va anche detto che una certa serie di up tempos e un positivo e più personale lavoro di chitarra solista riesce a distanziare abbastanza la proposta musicale, facendola vertere a volte sul boogie rock alla Van Halen in brani come “Nowhere train” e sopratutto “On the loose”, e a volte sul rock più diretto di Billy Idol in brani come “Mexican standoff”. Ne risulta per questo un disco non molto originale, ma che comunque riesce a farci divertire e ad appassionarci quel tanto che basta per rendere “Waiting in the wings” fresco e piacevole, dove i Barbarossastrasse urlano il proprio amore per gli anni 80 nonostante una qualità sonora più moderna, e con anche la presenza di un brano come “I’ll do it again” molto più bluesy e che si distanzia un po’ di più.
Questo è quanto. “Waiting in the wings” non vincerà forse il premio per il disco più originale della storia, ma è un disco che continua a tenere viva la tradizione del rock anni 80 in maniera molto buona senza suonare stantio, derivativo o (peggio) monodirezionale. Se questo genere fa per voi, e se dopo “the dirt” dai Motley Crue volete qualcos’altro, “Waiting in the wings” potrebbe essere l’album che fa per voi.

Track by Track
  1. Here to stay 75
  2. Backdraft 75
  3. Waiting in the wings 75
  4. Nowhere train 80
  5. Hereafter 70
  6. On the loose 80
  7. Praise the storm 70
  8. Mexican standoff 75
  9. I'll do it again 75
  10. It will take some time 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
73

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 04.05.2019. Articolo letto 112 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.