The Match «Just Burn» (2017)

The Match «Just Burn» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
03.05.2017

 

Visualizzazioni:
786

 

Band:
The Match
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di The Match

 

Titolo:
Just Burn

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Francesco Gallo :: bass, voice, stmp boxes, slaps;
- Ivan Mercurio :: drums, backing vocals, pads, spits;
- Deaddy Minerva :: fake guitar, fake voice, groupies;

 

Genere:
Alternative / Funk Metal

 

Durata:
43' 39"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
09.03.2017

 

Etichetta:
Agitòriu
[MetalWave] Invia una email a Agitòriu [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Agitòriu

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Red Cat Promotion
[MetalWave] Invia una email a Red Cat Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Red Cat Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Red Cat Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Red Cat Promotion

 

Recensione

Progetto alquanto particolare questo dei The Match trio musicale proveniente da Torino che tra voce, basso e batteria riesce a generare in questo “Just Burn” un hard rock funk metal alternativo particolare ed innovativo nei contenuti; il lavoro è strutturato tra un insieme di fattoric he vanno anche a ricoprire voci robotizzate, oltre a ritmiche e musica dinamica ed energica, così lasciando complessivamente un’ impressione appagante. Indubbiamente ciò che rende alquanto innovativo il lavoro è la particolarità del funky realizzato senza collegamenti e/o ispirazioni particolari connesse ad altre band all’interno del quale un ruolo cardine viene svolto da basso che attraverso la sua particolare attitudine sviluppa in maniera completa un sound al limite dello psichedelico eccessivamente pregno di groove oltre che di una copiosa dose di elettronica. Il progetto risulta compiuto anche sotto il profilo del cantato clean, ben amalgamato con l’intera parte ritmica del lavoro. Tra i brani proposti c’è anche un cover dedicata ai Prodigy che complessivamente risulta personalizzata al massimo in piena sintonia con lo stile di questa band. Il lavoro, pur essendo innovativo, pare indirizzarsi particolarmente ad un ascoltatore appassionato di basso nella sua forma più estremizzata ma anche più dinamica sviluppata sotto uno stile funky ma non solo.

Track by Track
  1. Beast 65
  2. Firestarters S.V.
  3. Aflame 60
  4. K-22 60
  5. Danger 60
  6. Shinobu 60
  7. Earthz 65
  8. San Francisco 60
  9. Neh 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 60
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
63

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 03.05.2017. Articolo letto 786 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.