Last Rites «Unholy Puppets» (2016)

Last Rites «Unholy Puppets» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
16.07.2016

 

Visualizzazioni:
849

 

Band:
Last Rites
[MetalWave] Invia una email a Last Rites [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Last Rites [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Last Rites [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Last Rites [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Last Rites [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Last Rites [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Last Rites [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Last Rites

 

Titolo:
Unholy Puppets

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Dave :: vocal, guitar;
- Laccio : drums;
- Fens :: bass;
- Bomber :: guitar;

 

Genere:
Thrash / Death Metal

 

Durata:
43' 36"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
28.05.2016

 

Etichetta:
Black Tears
[MetalWave] Invia una email a Black Tears [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Black Tears [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Black Tears
Beyond... Productions
[MetalWave] Invia una email a Beyond... Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Beyond... Productions

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Un lavoro di elevato spessore artistico - compositivo si presenta questa terza fatica dei savonesi Last Rites intitolato “Unholy Puppets”, un ottimo esempio di death thrash metal nazionale pregno di tecnica ed energia che nulla ha da invidiare ai Big band mondiali. Il quartetto, seppur rifacendosi un po’ all’old school, non tarda ad inserire in questi dieci brani dei contesti di modernità che ottimizzano significativamente il tutto. A cominciare dai riff, di una compattezza inaudita, e dalle folli ritmiche eseguite dietro le pelli, si assiste all’ascolto di un lavoro che non cala mai di livello sia grazie all’ottima interpretazione vocale che ricorda un po’ quella di Steve Souza degli Exodus e l’ultimo Chuck Schuldiner su “The Sound of the Perseverance”, sia al sorprendente apparato melodico che rilevano i singoli brani all’ascolto. Quanto ai brani, tutti decisamente di livello superiore alla media, merita ricordare “Human Crashtest” dove tra riff e accelerate di batteria in alternanza a moderazione, viene incredibilmente reso evidente l’apparato tecnico della band, così come anche in “The Walking Dead”, dove probabilmente emerge il lato più melodico della band oltre che quello della pazzesca nitidezza del sound che permette l’ascolto delle incredibili finezze della drum e delle chitarre; non è da meno neanche “Realm of Illusion” altro pilastro di questo incredibile lavoro che merita essere ricordato per il gioco di alternanza tra le due chitarre tra un refrain e l’altro e per la ritmica decisamente dinamica; il successivo “Forgotten”, forse è il brano che presenta un tipo di ritmica quasi più moderata rispetto agli altri brani che va ad anticipare la conclusiva “God’s Slave” dall’intro quasi malinconico, ma di seguito che somiglia per alcuni passaggi più thrash agli ultimi Exodus. In ogni caso il lavoro, come sopra già anticipato, non presenta alcun tipo di falda ma una buona preparazione della band ulteriormente supportata dall’ottimo gioco melodico e ritmico dei brani. Se volete seguire la scia di Malevolent Creation, Testament, Exodus, Death e Cannibal Corpse…accomodatevi tranquillamente siete i benvenuti.

Track by Track
  1. Children of War 80
  2. Humanburger 80
  3. Human Crashtest 85
  4. Waterwall 80
  5. The Walking Dead 80
  6. Infected Mind 80
  7. Realm of Illusion 85
  8. Forgotten 85
  9. Soul Reaper 85
  10. God's Slave 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
81

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 16.07.2016. Articolo letto 849 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.