Inquisitor «Clinamen | Episteme» (2014)

Inquisitor «Clinamen | Episteme» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
29.09.2015

 

Visualizzazioni:
879

 

Band:
Inquisitor
[MetalWave] Invia una email a Inquisitor [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Inquisitor [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Inquisitor [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Inquisitor

 

Titolo:
Clinamen | Episteme

 

Nazione:
Lituania

 

Formazione:
- Lord :: Vocals, Keyboards;
- GarLoq :: Drums;
- Nyku :: Guitars;
- Skol :: Guitars;
- Architec :: Bass;

 

Genere:
Avant-garde Black Metal

 

Durata:
44' 2"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
01.12.2014

 

Etichetta:
Forgotten Path
[MetalWave] Invia una email a Forgotten Path [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Forgotten Path

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Accattivante non poco questo secondo lavoro dei Lituani Inquisitor che ci presentano il loro Clinamen|Episteme attraverso un incredibile e affascinate Black Metal di matrice progressive Avant garde proposto in formato digi CD con serie limitata a 500 copie. I sei brani realizzati nella loro versatilità risultano furiosi e magnetici nei passaggi tutti proposti con andature malinconico lugubri dall’effetto entusiasmante. La fluidezza nel sound alternato tra attimi di follia a momenti di riflessione è assolutamente intenso, così come anche l’espressività canora realizzata per trasmettere i contenuti dei testi delle tracce. Innovativa anche l’esecuzione del piano che riesce comunque ad amalgamarsi nel contesto progressive dei brani modulandosi in maniera perfetta; gli elementi progressive non sopraffanno mai il black metal del platter ed essendo di matrice jazzistica recano innovazione accentuando notevolmente l’aspetto malinconico del lavoro. Il platter apre con “Hearken, Memmius” dal sound avvincente a subito tirato a razzo con un aggressività inaudita poi invasa dai successivi momenti moderati e placati in formato malinconico progressive; il successivo “ Hence The Mouthful of Time” dall’intro generato con un unico accordo acustico poi appoggiato da una drum semplice, di matrice progressive, quasi sperimentale, che si presenta sinergica in preparazione della successiva ritmica black metal non troppo cattiva ma decisa e avvolgente; anche il successivo “ Quae Sint” apre con un intro in pianoforte molto moderato, riflessivo ma sempre riconducibile a sonorità un po’ cupe in anticipo rispetto all’invasione ritmica aggressiva e potente forgiata con distorti acuti ma con un’andatura varia da pacata a irruente. Il successivo “ Evidence. The Inexorable Down” apre con un distorto lento, quasi a voler bussare alla porta per far entrare la spettrale andatura mista con andatura progressive metal oramai nota. Continua l’ascolto con “Of Waters and Circling Thetis” potente ed accelerato refrain in black metal, ritmica furiosa ma anche pacata che porta l’ascoltatore ad assaporare sino in fondo l’espressività trasmessa dalla band. Conclude l’ascolto “Peri Hermeneias” brano più lungo del platter dall’andatura iniziale lentissima, unificata ad un cantato quasi un po’ fuori luogo che poi sotto la trasformazione progressive prende corpo diventando acuta ed infernale. Il lavoro è il frutto di un concentrato tra black metal e progressive che, pur rimarcando appieno le ritmiche e le tematiche del black, riesce a apporre elementi esterni in grado di apportare un supporto significativamente originale ed appropriato; disco assolutamente consigliato.

Track by Track
  1. Hearken, Memmius 80
  2. Hence The Mouthful of Time 85
  3. Quae Sint 85
  4. Evidence. The Inexorable Down 85
  5. Of Waters and Circling Thetis 85
  6. Peri Hermeneias 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 85
  • Originalità: 90
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
85

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 29.09.2015. Articolo letto 879 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.