Hagel Stone «Where Is Your God Now?» (2014)

Hagel Stone «Where Is Your God Now?» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
08.07.2014

 

Visualizzazioni:
1023

 

Band:
Hagel Stone
[MetalWave] Invia una email a Hagel Stone [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Hagel Stone

 

Titolo:
Where Is Your God Now?

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Dario 'Riz' Ricci :: Voce, Chitarra
Matteo Bertolini :: Tastiera
Gerri Ferro :: Basso
Alessandro Occari :: Batteria

 

Genere:
Epic Metal

 

Durata:
54' 10"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
17.12.2013

 

Etichetta:
Sweet Poison Records
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sweet Poison Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Sweet Poison Records

 

Distribuzione:
Self Distribuzione
[MetalWave] Invia una email a Self Distribuzione [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Self Distribuzione [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Self Distribuzione
Believe Digital
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Believe Digital

 

Agenzia di Promozione:
Red Cat Promotion
[MetalWave] Invia una email a Red Cat Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Red Cat Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Red Cat Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Red Cat Promotion
Gatti Promotion Heavy Division
[MetalWave] Invia una email a Gatti Promotion Heavy Division [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Gatti Promotion Heavy Division

 

Recensione

Heavy metal molto epico per il quartetto Ferrarese Hagelstone, che condensa 10 tracce in 54 minuti di musica formante appunto questo “Where is your god now?” edito dalla Sweet Poison Records. E diciamo sin da subito che quest’album è destinato unicamente ai fans più sfegatati e collezionisti dell’heavy metal epico tipo Manilla Road, oppure pomposo tipo Manowar.
E il perché è presto detto: gli Hagelstone sanno scrivere canzoni non male, ma manca ancora l’originalità a livello di trame melodiche e di riffs: le canzoni tranne qualche battuta a vuoto si susseguono una dopo l’altra senza infamie ma anche senza lodi particolare per via di riffs poco originali, e a volte proprio derivativi, come per esempio in “The Anvil”, che teoricamente doveva esser un metal anthem, ma che in realtà non risulta che essere altro che un inizio completamente simile a “The Wicker man” degli Iron Maiden e con un andamento che per me ricorda troppo “Holy Diver” di R. J. Dio. Non stupiscono neanche la ballad un po’ troppo canonica “Under the ice” e soprattutto l’opener “Apocalypse”, ben orchestrata ma monotona. A sprazzi, fortunatamente ci sono canzoni interessanti, come “Hunting ground”, “The power of flesh” e la fuga per chitarra solista di “Army of chaos”.
Insomma: canonico, non molto originale a livello di riffs e direi a volte un po’ pacchiano, ma nonostante tutto, gli Hagel Stone restano a galla per via di una buona epicità del mood che comunque potrebbe interessare chi dalla musica cerca questo anche a scapito di tutto il resto. Per il futuro, tuttavia, ci si aspetta un miglioramento, visto che per quanto non da buttare, il reale interesse di questo cd rimane per un pubblico circoscritto.

Track by Track
  1. Apocalypse 55
  2. Hunting ground 65
  3. The Anvil 55
  4. Razzo rosso 65
  5. Under the ice 60
  6. The avenger 65
  7. Hey!! Car you tell me! 60
  8. Hagel Storm 65
  9. Army of chaos 65
  10. The power of flesh 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 60
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 60
Giudizio Finale
61

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 08.07.2014. Articolo letto 1023 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.