Elektradrive «DUE (24 Years Carat Gold Edition)» (2012)

Elektradrive źDue (24 Years Carat Gold Edition)╗ | MetalWave.it Recensioni Autore:
moro mou »

 

Recensione Pubblicata il:
04.06.2013

 

Visualizzazioni:
1552

 

Band:
Elektradrive
[MetalWave] Invia una email a Elektradrive [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Elektradrive

 

Titolo:
DUE (24 Years Carat Gold Edition)

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Elio Maugeri :: voce
Simone Falovo :: chitarra
Stefano Turolla :: basso
Alex Jorio :: batteria
Eugenio Manassero :: tastiere

 

Genere:
Melodic Hard Rock

 

Durata:
41' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
14.12.2012

 

Etichetta:
Electromantic Music
[MetalWave] Invia una email a Electromantic Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Electromantic Music
Wholelottarock
[MetalWave] Invia una email a Wholelottarock
Maracash
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Maracash

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Spider Rock Promotion
[MetalWave] Invia una email a Spider Rock Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Spider Rock Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Spider Rock Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Spider Rock Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Spider Rock Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Spider Rock Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Spider Rock Promotion

 

Recensione

Premere ‘play’ e venire catapultati improvvisamente negli anni 80. Questo l’effetto straniante e perfettamente riuscito da parte degli Elektradrive. E come potrebbe essere altrimenti visto che il disco “Due”, nella sua cosiddetta 24 Years Carat Gold Edition, nient’altro è se non la ristampa dell’omonimo album della band, pubblicato nel 1989 per la Minotauro Records.
Come qualcuno saprà – io mi autoescludo rea confessa – la band in questione, tutta italiana e precisamente di Torino, conosce un discreto successo nei relativamente gloriosi 80s, con il loro AOR/hard rock melodico: compaiono recensioni entusiastiche e gli Elektradrive (ex Overdrive) diventano un bel capitolo, oltre che un pressoché insuperato esempio, di hard rock italiano.
A pochi minuti dal primo brano mi appaiono vagamente, a mo’ di apparizioni mariane, jeans a vita alta, canotte e capigliature cotonate. E ammetto, amici di Metalwave, che per quanto estimatrice di costumi femminili sgambati e uomini che non devono chiedere mai, non mi sento molto a mio agio in questo nostalgico salto nel tempo...
In ogni caso, cari amanti dell’AOR/hard rock un po’ vintage ancora ignari, sappiate che gli Elektradrive non lasceranno disattese le aspettative. “DUE” è un album in edizione ‘gold’ che vuole celebrare i 24 anni di attività della band riscoprendone la carriera, le sonorità successivamente virate verso l’elettronica, il passato costellato – sempre stando a quanto mi dicono dalla regia – da vari successi e riconoscimenti anche all’estero. Assolutamente nulla da dire a proposito, è difficile negare infatti quanto il disco risulti ancora fresco, energico e omogeneo, ma mi chiedo solo che valore abbia questa rinnovata proposta commerciale oggi.
Insieme con i moltissimi altri gruppi hard rock in voga all’epoca, gli Elektradrive hanno brillato di una luce fulgida e vivace, meritevole di una rispolverata senz’altro, ma ciò che mi chiedo è: basta questo a gloriarci e gridare al miracolo, osannando cotanto mito italico? Che scopo ha guardare al passato con malinconia, rispolverando vecchi dimenticati trofei, ristampando album e immettendoli in un ferocissimo e cinico mercato? Celebro lo sforzo, la bella prova della band negli anni 80 e lascio le mie domande in sospeso. Voi pensateci salendo sulla macchina del tempo Elektradrive, il viaggio merita senz’altro, ancora una volta.

Track by Track
  1. Back On The Road 75
  2. St Valentine's Day 75
  3. Sunset Boulevard 75
  4. Wild West 75
  5. Right Or Wrong 75
  6. A Man That Got No Heart 75
  7. Due 75
  8. The Magic Lamp 75
  9. Dream On 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
74

 

Recensione di moro mou » pubblicata il 04.06.2013. Articolo letto 1552 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.