Solitude «Requiem for a Dead Planet» (2013)

Solitude «Requiem For A Dead Planet» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Led »

 

Recensione Pubblicata il:
07.02.2013

 

Visualizzazioni:
464

 

Band:
Solitude
[MetalWave] Invia una email a Solitude [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Solitude

 

Titolo:
Requiem for a Dead Planet

 

Nazione:
Spagna

 

Formazione:
Ignacio "Jevo" Garamendi - guitars, vocals and most of everything else

Guests: Loren Mutiozabal
Max Morton
Mikel Martinez
Carlos Alvarez
Jagoba Ormaetxea
James Stephenson
Marco Cudan
Felix Neumann
Ian Giedrojc
Javi Mesa
Alain Concepción

 

Genere:
Power Metal

 

Durata:
43' 1"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
09.11.2012

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Soulitude è un progetto messo interamente in piedi da Ignacio Garamendi “Jevo” che da vita a brani suonati da lui stesso con l'aiuto di synths creati in modalità fai da te e alcuni musicisti ospiti. Sulla base di questa premessa nasce anche questo ennesino lavoro dal titolo "REQUIEM FOR A DEAD PLANET". Dieci brani per la durata di quarantatre minuti che rievocano all'ascolto band come Helloween e musicisti di spessore come Yngwie Malmsteen.Nel complesso il cd suona molto bene considerando che è un'auto produzione e durante l'ascolto si possono apprezzare linee di tastiere e synth (Obey your Master) che s'intrecciano a chitarre potenti e sezioni ritmiche precise e veloci ( The Ghost and the Darkness ). Molto bella la voce in screaming utilizzata anche per i cori. The Road, brano centrale del cd, rallenta e dà calma a "REQUIEM FOR A DEAD PLANET", tastiere e soli di chitarra caratterizzano questa song, ma "Lost in the Granduer of Time" rimette il cd nella carreggiata iniziale, potenze di chitarre, doppio pedale, tutto tenuto egregiamente amalgamato da teppeti di tastiere e synths. Particolarità di questo cd è Requiem ( The game is over ) un brano della durata di circa tre minuti strumentale dove è possibile apprezzare ancora di più lo spessore tecnico dei singoli musicisti."REQUIEM FOR A DEAD PLANET" è solamente una conferma di quello che c'è di buono in questo artista.

Track by Track
  1. We Are Not Alone 70
  2. Rise Of The Dead Men 70
  3. Obey Your Master 75
  4. The Ghost And The Darkness 65
  5. The Road 60
  6. Lost In The Grandeur Of Time 70
  7. Requiem (The Game is Over) 75
  8. Lair Of God 70
  9. Hall Of Madness 65
  10. She 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Led » pubblicata il 07.02.2013. Articolo letto 464 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.