Intervista: Trick or Treat

Nessuna Descrizione Dopo molte apparizioni, sono riuscito a vedere dal vivo questo simpaticissimi ragazzi, grandi musicisti che con passione e molta ma molta follia, è proprio il caso di dirlo stregano il pubblico. ecco un'intervista con il cantante alessandro conti!

 

Ciao ragazzi, avendo avuto modo di sentirvi dal vivo, ho decisamente apprezzato il tocco di auto-ironia che accompagna tutta la vostra performance a partire dall’abbigliamento, la scenografia e ovviamente alcuni pezzi abbastanza fuori dagli schemi. Come mai avete optato per questo approccio diciamo inusuale ai vostri concerti e, in generale, al vostro stile?

Alle :: Credo perchè sia lo stile che ci si addice di più, sia come musicisti, che come persone. Ci divertiamo molto durante i nostri live e siamo contenti che questo venga trasmesso anche al pubblico.

I Trick or Treat nascono in origine come cover band degli Helloween per aprirsi dopo appena due anni ad un proprio spiraglio musicale. In una scena Metal come quella italiana pensate che questa “mossa” abbia potuto darvi una visibilità che altrimenti difficilmente è raggiungibile?

Alle :: E' certo che una band che si propone come tributo in Italia abbia molte più chance di suonare dal vivo, ma suonando con un tributo non puoi avere nessuna ambizione artistica, se non riprodurre fedelmente musica di altri. Per quanto riguarda i Trick Or Treat, abbiamo impiegato poco tempo prima di realizzare che volevamo comporre musica propria, farsi spazio oggi è sicuramente molto difficile, ma porta grandi sofddisfazioni.

Ovviamente siete tutti grandi fan degli Helloween, ma quali sono le altre band più importanti per il vostro background musicale?

Alle :: Veramente un po’ di tutto, dal pop anni ’80 ai Testament, Megadeth etc. Ovviamente le influenze stilistiche più riconoscibili nei nostri primi due album sono legate più alla scena power, diciamo, “tedesca”.

Parliamo dei vostri pezzi. Nonostante il vostro motto "stay happy", tra i testi del vostro album “Tin Soldiers” mi sembra di cogliere anche una certa vena di negatività o comunque sia emozioni meno positive. Come sentite voi questo legame?

Alle :: E' vero, i testi di "Tin Soldiers" esplorano atmosfere più varie e a volte malinconiche. A dire la verità, anche in "Evil Needs Candy Too" non tutti i testi erano così "happy", come può sembrare dalla musica..

Ora che avete affermato la vostra immagine personale come band, quali credete siano le caratteristiche indispensabili per mantenere e raggiungere livelli artistici e musicali sempre più alti?

Alle :: Essere preparati sul proprio strumento e produrre della musica ben composta è sempre la prima prerogativa. Bisogna cercare, nei brevi momenti di serietà, di proporre prodotti molto professionali, sempre senza prendersi troppo sul serio però, ahahah!

Le scelte che avete fatto fin'ora si sono rivelate sicuramente giuste, vista la notevole attività live in giro per l'Italia, tra cui spicca la partecipazione all'Italian Gods Of Metal di quest'anno. Come vi sentite all'idea di essere su questo palco così ambito?

Alle :: Siamo molto contenti, ancor più perchè siamo stati scelti e votati dalle persone tramite Truemetal, una bella conferma che ci sono tante persone che ci sostengono e ci aiutano concretamente! Non possiamo che ringraziare e dare il nostro meglio all'Alcatraz!

Questa bella notizia arriva all'incirca in contemporanea con un tuo grande successo personale, Alessandro. Infatti sei di ritorno da un tour con i Secret Sphere, che erano a supporto di Gamma Ray e Freedom Call, raccontaci qualcosa di questa esperienza!

Alle :: Ahahah! E’ stata una roba da pazzi sin da subito! Pensa che Andy (bassista dei Secret Sphere) mi ha contattato il giovedì sera per chiedermi di sostituire Ramon malato. Il problema che il primo concerto era ad Amburgo sabato sera! Siamo saliti sul palco senza aver fatto una prova ed io ovviamente non avevo mai cantato i loro pezzi. Devo dire però che è andata alla grande, meglio di quanto potessi sperare con così poco tempo a disposizione! Con loro c'era già un bel rapporto di amicizia, ho fatto le prime otto date del tour in Germania, Belgio, Francia, Spagna, fino a Milano, poi per fortuna Ramon è completamente guarito.

I riconoscimenti non finiscono qua, vista la forte collaborazione sia live che in studio con altri personaggi di rilievo come Michele Luppi dei Killing Touch e Michael Kiske. Queste collaborazioni potranno nel futuro essere alla base di qualche altra sorpresa per i vostri numerosi fans?

Alle :: Beh, con Michele e i suoi Killing Touch abbiamo già diviso il palco un paio di volte e quando riesce a venire ad un concerto dei Trick Or Treat partecipa sempre volentieri cantando “Take Your Chance”, il brano che ha cantato con me sull’album. Altre sorprese stanno bollendo in pentola, qualcosa anche di imminente, ma non posso rovinare la sorpresa, ahahah!

Cambiando argomento, gli artwork dei vostri lavori sono curati direttamente da voi. Credo che la vostra sia la grafica più interessante e originale che abbia mai visto, piena di elementi fiabeschi e allo stesso tempo macabri: credete sia un aspetto importante da dover curare o rimane molto in secondo piano?

Alle :: Grazie davvero! Io mi occupo di tutte le grafiche e illustrazioni dei Trick Or Treat, quindi mi fa molto piacere che ti siano piaciute le grafiche di “Tin Soldiers”! Sicuramente un booklet accattivante è un valore aggiunto, soprattutto in periodi in cui tutti scaricano. Recentemente mi sono occupato delle illustrazioni per “Buena Suerte”, il nuovo album di Pino Scotto, ed ho altri progetti su cui sto lavorando nell'ambito della musica. Diciamo che gli impegni non mancano!

Vi ringrazio per la disponibilità, siete stati veramente gentili e soprattutto simpaticissimi! Se volete aggiungere qualcosa per i lettori di Metalwave che non vi ho chiesto, fatelo pure!

Alle :: Siamo noi che ti ringraziamo per lo spazio che ci avete dato! E mi raccomando, non mancate al prossimo concerto dei Trick Or Treat nella vostra zona...sempre che non abbiate di meglio da fare!

Altre Immagini

 

Intervista di Dust Articolo letto 1731 volte.

 


Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.