Intervista: Distruzione

Nessuna Descrizione Con estremo piacere vi invito alla lettura di questa intervista reallizzata con i ragazzi dei Distruzione, storica formazione thrash/death metal italiana che dopo 15 anni di onorata carriera proprio non sembra voler mollare la presa...

 

BurdeN :: Ciao! Che ne dici di illustrarci le tappe fondamentali che hanno dovuto passare i Distruzione per arrivare fino ad oggi, sono molti anni che vi aggirate nell’underground…

Distruzione :: I DISTRUZIONE nascono a Parma, nel febbraio del 1990
Nel 1992 sono prodotti dalla TCP e registrano il loro primo mini-LP intitolato "OLOCAUSTO CEREBRALE" .
Nell'aprile del 1995 firmano un contratto di management alla OMAR GRU SOUND DIVISION con Omar Pedrini (chitarrista dei Timoria) ed uno discografico con la TARGET.
Ai primi di giugno del 1996 esce il debut-CD intitolato "ENDOGENA". Il CD è distribuito dalla POLYGRAM Italia. I DISTRUZIONE quindi si esibiscono in numerose date live pe suonano anche insieme agli Insidia, suonano per Rock FM al Factory di Milano e partecipano al Metal Explosion.
A luglio 2000 firmano un contratto discografico con la SELF di Milano che produce "PIANETA DISSOLVENZA". Il CD è distribuito in tutta Italia dalla SELF.
Partecipano a varie trasmissioni radiofoniche e televisive, inoltre il loro video “Pianeta Dissolvenza” viene trasmesso da RockTV e Match Music.
Nel 2005 registrano e mixano al Frozen Sound Studio di Parma il loro ultimo lavoro “MALICIDIUM”. Al CD collabora Enomis (chitarrista dei Dark Lunacy). Il CD contiene il video di "Pianeta Dissolvenza" tratto dall'album precedente. Il CD esce i primi di Ottobre 2005 per l'etichetta FUEL Records ed è distribuito in Italia dalla SELF.

BurdeN :: Bene, veniamo al nuovo disco, come è andato il songwriting di “Malicidium”?

Distruzione :: E' stato un lavoro lungo e faticoso, soprattutto per indescrivibili contrattempi e imprevisti che ci hanno ostacolato. Comunque le canzoni sono il frutto della collaborazione di tutta la band, tutti hanno partecipato alla scrittura, modifica, arrangiamenti e scrittura di testi.

BurdeN :: Ha un titolo forte il nuovo disco, a chi è indirizzata la maledizione?

Distruzione :: In realtà MALICIDIUM non è una maledizione. Malicidium è il concetto che sta alla base della giustificazione di tutte le guerre (soprattutto quelle di religione): La distruzione del male (il malicidio). Chiunque voglia giustificare una guerra o una carneficina dice che non si tratta di omicidio, ma di malicidio, cioè non si stanno uccidendo persone, ma si sta uccidendo il male e quindi si sta praticamente facendo del bene e questo porterà a guadagnare il paradiso.

BurdeN :: Cosa significa per una band Italiana la parola Heavy Metal? In effetti qui non c’è mai stata un vera cultura rock, figuriamoci metal…

Distruzione :: Credo significhi tanto amore per questo genere musicale, tanto sacrificio e impegno, suonare solo per il piacere di farlo e non certo per i soldi, a volte anche in posti improponibili.
Proprio per il fatto che in Italia la cultura musicale in generale e metal in particolare sia veramente scarsa, rende la maggior parte delle persone schiave della musica di facile consumo proposta dalle major che decidono cosa si deve ascoltare e quando.
Questo purtroppo rende l'heavy metal e un genere di nicchia in Italia.

BurdeN :: Torniamo a parlare del disco, ed in particolare della coraggiosissima scelta di cantare in Italiano, non avete paura che una decisione simile vi limiti?

Distruzione :: In che senso ci può limitare? Non certo nell'esprimerci. Credi che potremmo scrivere i nostri testi in inglese? Credi che riusciremmo a trasmettere le stesse atmosfere e le stesse emozioni? Io credo di no perché per poter scrivere dei testi in inglese senza essere limitati rispetto all'italiano dovremmo essere almeno di madrelingua inglese. Se intendi dire che possiamo essere limitati da un punto di vista commerciale ti dico che probabilmente lo siamo, ma non è il nostro scopo principale il commercio, noi vogliamo prima di tutto fare della musica al meglio e soprattutto trasmettere delle emozioni.

BurdeN :: Mi vengono in mente band come Spite Extreme Wing, anche loro hanno testi cantati in Italiano, credete sia la strada giusta?

Distruzione :: Per noi è la strada giusta perchè è quello che ci piace fare. Non facciamo una cosa solo perchè può dare più possibilità a livello commerciale. La nostra scelta di cantare in italiano risale al 1990, quando ci siamo formati. E' stata una decisione meditata e per certi versi coraggiosa, visto che a quell'epoca cantare in italiano era più unico che raro. Anche oggi la situazione non è cambiata di molto e probabilmente, questo ci ha reso la vita molto difficile. Il pregiudizio sul cantato in lingua madre è fortissimo, soprattutto in Italia, ma vaffanculo, noi continuiamo per la nostra strada. Noi vogliamo che i nostri testi siano capibili, inoltre che senso avrebbe e ridurci solo per convenienza o per moda (come fanno tanti gruppi italiani) ad urlare frasi in inglese alcune volte sgrammaticato e dalla pronuncia improbabile?

BurdeN :: Dove è stato prodotto “Malicidium”?

Distruzione :: E' stato prodotto a Parma, registrato nello studio di Enomys dei Dark Lunacy e poi mixato nello studio di Vincenzo Pastorino che ha seguito anche il nostro primissimo EP “Olocausto Cerebrale” e il CD “Endogena”.

BurdeN :: Per quanto riguarda i testi cosa mi dici? Li ho trovati molto intelligenti e spigolosi.

Distruzione :: Ci fai un grande complimento e ti ringrazio. Abbiamo veramente impiegato molte energie e cura nello scrivere i testi, ma lo stesso vale anche per i lavori precedenti. Comunque molti testi sono a disposizione anche sul nostro sito http://www.distruzione.it

BurdeN :: Come sta andando il nuovo disco in quanto a critica e pubblico?

Distruzione :: Il CD è uscito da solo un mese e quindi è probabilmente presto per parlare di questo. Le recensioni in gran parte devono ancora uscire, ma le vendite sono buone anche se penso che un quadro più preciso della situazione si potrà fare almeno a 6 mesi dall'uscita del CD.

BurdeN :: Come vi state muovendo sul versante live? Cosa è per voi il Palco?

Distruzione :: Il palco per noi è importantissimo e non potremmo continuare se non avessimo la possibilità di suonare in concerti e di proporci direttamente al pubblico.
Attualmente siamo in sala prove e stiamo preparando i prossimi concerti dove proporremo i brani di MALICIDIUM ma anche brani tratti da tutti i nostri lavori.

BurdeN :: L’ultimo disco comprato o scaricato? Chissene frega!

Distruzione :: Ho acquistato un CD degli Holly Body, un gruppo di Reggio Emilia che fa Hard Rock e mi piacciono molto.

BurdeN :: Meglio pelosa o rasata?

Distruzione :: Mmm... fammi pensare... rasataaaa!!!!!!

BurdeN :: Siamo alla fine, concludi come vuoi e grazie per la disponibilità!

Distruzione :: Sono io che ringrazio te per lo spazio che ci hai dato. Vorremmo anche mandare un caloroso ringraziamento a tutti i ragazzi che ci seguono e che ci supportano, ma anche a tutti quelli che in generale ascoltano metal e fanno in modo di mantenere viva questa fede.
Quello che auguro a noi stessi è di rimanere uniti come lo siamo ora e come lo siamo stati sempre e fare musica che dia emozioni e soddisfazioni a noi e al nostro pubblico.

Altre Immagini

 

Intervista di BurdeN Articolo letto 2986 volte.

 


Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.