Intervista Flash: Inchiuvatu

Inchiuvatu è il nome di una nuova realtà che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo come la pensano!!!

 

[MW] Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Agghiastru :: I primi passi con Inchiuvatu risalgono al 1993, anche se facevo già musica 'pesante' dal '90. Le prime formazioni però avevano un nome diverso, come del resto diversa era la musica: Perfidia, poi un breve lasso di tempo come Eden, e poi Tenebra... Con quest'ultimo nome arrivammo a comporre il primissimo materiale cantato in dialetto siculo e con parti di flauto folk. Chiaro che il nome Tenebra non rappresentava più adeguatamente la musica che suonavamo. Poi mi accorgevo di aver bisogno di qualcosa di fortemente mio e originale, il nome è molto importante per una band. Il nome Inchiuvatu uscì fuori in maniera spontanea. Rappresenta il crocifisso di cui neghiamo l'insegnamento, e rappresenta anche uno stato d'animo che ognuno di noi sente dentro, riconducibile alla Terra in cui viviamo, all'assenza di risposte, a temi come; cos'è la vita, come viverla ecc ecc... Insomma siamo inchiodati all'ignoto, all'abisso che viviamo quotidianamente.

[MW] Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Agghiastru :: Ho sempre amato il metal pesante di Morbid Angel, Deicide e tanta altra gente, ma essendo un pianista, almeno come primo strumento, ho cercato di non tralasciare nessuna influenza. Credo che il bello di Inchiuvatu sia proprio questa fusione di generi visti dal punto di vista mediterraneo. Il sound di Inchiuvatu non è black, death, prog, folk, o meglio, è tutto questo ma con una visione delle stesse etichette più 'fantasiosa', più bizzarra e più libera se vogliamo. Sono influenzato da molti gruppi e generi musicali, ma ormai il sound di INCHIUVATU mi sembra più che definito... e poi i molti progetti che ho mi servono proprio a sfogare tutte queste mie influenze, e quindi a non snaturare l'anima di INCHIUVATU stesso. Credo d'avere ben preciso cosa la gente si aspetti di trovare in un disco di Inchiuvatu, e so bene anch'io quali possibilità mi offre quel 'luogo'.

[MW] So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

Agghiastru :: ‘Piccatu’ è il terzo cd ufficiale del mio progetto INCHIUVATU. Sicuramente vi accorgerete di come esso contenga l’esperienze fatte col debut ‘Addisiu’ del '97 e ‘Viogna’ del 2000, ma non ho trascurato il mio attuale stato d’animo. I giornalisti hanno sempre descritto la mia musica come un incontro di black/death metal con influenze mediterranee, prog, e in realtà non è del tutto errato, ma quello che ho cercato di fare, in tutti questi anni (almeno 10) è di trovare un linguaggio del tutto personale che mi aiuti ad essere ‘me stesso’ nell'immenso panorama metal. 'Piccatu', è il primo di due cd (il secondo è previsto per fine 2005) e rivela l'anima più propriamente black/death/prog del progetto, senza trascurare le atmosfere mediterranee e il cantato in dialetto siculo (il secondo cd conterrà escursioni più in stile dark, folk, prog). In 'Piccatu' ho sentito il bisogno di una sezione ritmica più presente, chitarre e batteria occupano un ruolo primario, infatti ho volutamente relegare il pianoforte (l’unico strumento che strimpello discretamente) in secondo piano. Tutto il cd suona aggressivo, diretto, volevo evitare inutili barocchismi, ed esprimere fortemente il mio “senso del peccato” e di rabbia. Le recensioni che ho letto finora sono tutte ottime, e quello che più mi piace è l'esser riuscito in tutti questi anni, a creare un sound tutto mio riconoscibile al primo ascolto.

[MW] La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Agghiastru :: Sinceramente non ho proprio voglia di dire nulla. Attualmente mi sembra già tanto riuscire a regalare qualche emozione attraverso quel lasso di tempo che passa tra il 'play' e lo 'stop' di un fottuto lettore. Io sono io, sapete tutti come la penso, sapete tutti che la musica è uno dei tanti stimoli per andare avanti nella vita. Molti si avvicinano all'arte magari per la personalità dell'artista, magari non amando neanche l'arte che fa... Io sono Agghiastru, vengo dal sud, sono in giro da oltre 10 anni, i miei dischi sono lì... Vedi, mi sto interrogando se l'arte, così come noi la conosciamo, o l'abbiamo studiata, sia ancora un mezzo efficace 'per dire delle cose'. Col mio lavoro mi reputo poco più di un cantastorie, un menestrello siculo... Al momento non so se ho qualcosa da dire e se in maniera diversa da tutto il resto, di sicuro ti mostro lealmente com'è la mia vita, anche attraverso la musica di Inchiuvatu.

[MW] Cosa pensate del panorama underground nazionale?

Agghiastru :: L'Italia, specie per noi del sud, ha dei problemi geografici e strutturali che non ci consentono di fare molti concerti. Una maggiore attività live aiuterebbe tutta la scena, creerebbe più complicità tra le bands, le vendite dei cd ecc ecc...Insomma il 'suonare' live è luogo d'incontro, riflessione, confronto. E' fuor di dubbio che in Italia ci siano dei ragazzi che possono dire molto di positivo, anche oltre confini, c'è gente che impegnadosi il triplo sforna anche dei capolavori, ma il tutto è pesantemente lordato dall'assenza di incontri live. Quindi che dire? La scena c'è, è buona, farebbe meglio se guardasse con ammirazione al proprio passato (rock prog anni '70 in primis) da cui attingere influenze, meno esterofilia...ma i concerti, le occasioni d'incontro, le strutture debbono esserci, altrimenti non cresceremo mai.

[MW] La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Agghiastru :: Cancellare... tutte le delusioni prese quando t'accorgi che dietro alla passione della musica c'è, a volte, solo l'interesse a fare vile denaro, allora ogni tuo sforzo, impulso creativo viene meno. Anche certe esperienze live per niente professionali ti lasciano l'amaro in bocca, ed è meglio dimenticarle. Ricordare invece... tutto l'affetto dei fans che in tutti questi anni sono cresciuti con te, sono maturati, ti hanno supportato con una telefonata, una email, una lettera. Questo è, e sarà il più bel ricordo da conservare, di tutta questa mia esperienza musicale.

[MW] Come giudicate il veicolo "internet" per la promozione della scena musicale?

Agghiastru :: Internet è un strumento ottimo, ma ha cambiato radicalmente il valore delle cose. Chi di voi non ha mai riciclato i francobolli con la colla nelle lettere di corrispondenza? Io mi emozionavo a fare degli ordini postali su dei cataloghi, quando poi arrivato il pacco, vedevo per la prima volta la copertina di un disco, ascoltavo il suono, cominciavo a sfogliare il booklet. Ora attraverso internet sai tutto in anticipo; copertina, video, brano in mp3, testi, titolo del disco, sessions fotografiche... e tutto ancor prima che tu abbia in mano l'album originale che attendevi da anni. No, questo non mi piace. Però internet, ti permette di essere veloce, di comunicare con tutto il mondo in maniera comoda...E' necessario, certo, la nostra stessa promozione musicale sarebbe meno efficace e più costosa...Tuttavia, per i romantici... Internet rappresenta perfettamente il bene e il male, è il mondo che sta cambiando, è dura per me dare un giudizio chiaro. Lo si ama e lo si odia.

[MW] Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

Agghiastru :: Non ho molto tempo per ascoltare musica. Cerco di farlo la notte fino alle quattro del mattino, oppure a colazione mentre bevo il mio caffè verso le 13,20. E poi la musica metal non è facilmente assimilabile, a volte un cd devi ascoltarlo svariate volte prima di fissarlo in testa. Ultimamente poi ascolto dei dischi perchè magari m'interessa capire in che direzione si stanno muovendo gli altri musicisti in ambito di registrazione, o in cose che riguardano la produzione in genere. Compro 50 cd l'anno credo, ma non tutti nuovi, pesco molto dal passato per esempio, oggi non trovo molta originalità nei nuovi musicisti, ed io come tale, ho bisogno di essere stimolato da novità musicali... è strano, ma a volte queste novità mi arrivano dai dischi degli anni settanta, spesso italiani, come: Balletto di Bronzo, Osanna, Le Orme, insomma un periodo straordinariamente fertile per la musica...

[MW] Cosa vuole fare il vostro gruppo "da grande"?

Agghiastru :: Non crescere mai...Rinnovare la passione, non accontentarci mai di noi stessi. Cercare sempre, ed aver voglia di trovare. Fare finalmente tanti concerti, quindi è chiaro che avendo a disposizione 100 concerti l'anno ti vien voglia di creare anche qualcosa di nuovo da proporre ad un pubblico sempre più attento ed esigente. Insomma da grandi, ma lo siamo già come età, voglio quello che giustamente spetta a degli artisti che vivono in un paese colmo d'arte come l'Italia. Invece, mi pare di capire di vivere in un ospizio, vergogna, basterebbe una struttura sociale in ogni capolugo, destinata a tutti i generi di musica e a tutte le arti. Vergogna a tutti i fottuti politici di questa italietta.

[MW] Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Agghiastru :: La INCH Productions è viva e vegeta, e abbiamo rilasciato due nuovi cd, il primo è 'Piccatu', ma è bene anche parlare un pò di 'Addisiu' fuori produzione dal 1998. Ritorna alla luce grazie al pressante interesse di tutti i fans di INCHIUVATU. Il cd è stato ristampato dalla nostra etichetta, è stato remixato con un nuovo suono straordinariamente efficace e potente, contiene anche un vecchio demo risuonato nel '04 durante le sessions di 'Piccatu', più altre bonus tracks per la gioia dei fedelissimi fans della scena mediterranea. Per molti 'Addisiu' è il capolavoro assoluto di fine anni '90, almeno per ciò che riguarda la fusione tra black metal con tradizioni sicule-mediterranee. Se amate la musica non potete non dare un ascolto a questi nostri cd. Ascoltate anche 3, autore di due straordinari demo 'Antichristian Kaos' e '666 knives to the son's heart', e MALEFICU SANTIFICATU con il primordiale 'Il Male'. Se non l'avete ancora fatto comprate ASTIMI 'TrinaCapronuM' e LAMENTU 'Liack' in offerta nel nostro catalogo, due cd da paura!!! Insomma stiamo facendo la nostra parte, voi fate la vostra supportandoci. Grazie.

Intervista di Jerico Articolo letto 1294 volte.

 


Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.