Lenity Lake «Libra» (2024)

Lenity Lake ĞLibrağ | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
26.06.2024

 

Visualizzazioni:
100

 

Band:
Lenity Lake
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Lenity Lake [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Lenity Lake

 

Titolo:
Libra

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Elisabetta Furlanetto :: vocals;
- Gianpaolo Falanga :: basso;
- Onofrio Falanga :: chitarra;
- Paolo Ongaro :: batteria;

 

Genere:
Alternative Metal

 

Durata:
20' 9"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
18.04.2024

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
Distrokid
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Distrokid

 

Agenzia di Promozione:
Nee-Cee Agency
[MetalWave] Invia una email a Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Nee-Cee Agency

 

Recensione

Vera magia questo “Libra”, Ep di debutto dei Lanity Lake, forte di un clean tutto al femminile intenso, speciale ed emozionante; ciò che fa tutto da incredibile presa è anche l’ottima presa sonora dell’alternative metal con venature pop rock realizzato dal quartetto. La band non si risparmia in nulla e si lascia andare attraverso note e distorti travolgenti tutt’altro che banali o scontati; molto in voga naturalmente le melodie, punto forte della band, unificate alla buona dose ritmica e ad un’altrettanta produzione di livello. Le quattro tracce dell’Ep offrono un quadro compositivo completo a cominciare da “Fearless” brano dai contenuti moderni e personali subito capace di conquistare la propria platea; “Unveil” invece si dispone su un oscuro intro, caratterizzato dal successivo subentro del basso che ben presto accelera inaspettatamente l’intera traccia; forte e nuovamente emozionante il caldo clean femminile; l’ascolto prosegue poi con “Cycles”, un brano la cui apertura è caratterizzata da un groove subito dopo alternato da contenuti sempre moderni ma con una dose appena inferiore di intensità; “Hymn” invece porta di nuovo l’ascolto sulla giusta intensità d’onda tra venature alternative, rock e straordinaria intesa della band. La prova si rileva pregna di spunti stilisticamente interessanti che ben lasciano emergere il credo di questa band ovvero quello di mettersi in gioco per vincere.

Track by Track
  1. Fearless 75
  2. Unveil 75
  3. Cycles 70
  4. Hymn 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
76

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 26.06.2024. Articolo letto 100 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.