Calico Jack «Isla de la Muerte» (2023)

Calico Jack ĞIsla De La Muerteğ | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
04.05.2024

 

Visualizzazioni:
116

 

Band:
Calico Jack
[MetalWave] Invia una email a Calico Jack [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Calico Jack [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Calico Jack

 

Titolo:
Isla de la Muerte

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Caps :: Drums
Melo :: Guitars (lead)
Toto :: Guitars (rhythm)
Dave :: Violin
Gio' :: Vocals
Gigi :: Bass

 

Genere:
Pirate Metal

 

Durata:
1h 3' 59"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
30.06.2023

 

Etichetta:
Rockshots Music
[MetalWave] Invia una email a Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Rockshots Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Asher Media Relations
[MetalWave] Invia una email a Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Asher Media Relations

 

Recensione

Notevole passo avanti per i Calico Jack, una band pirate metal che francamente col primo album sembrava più che altro uno dei tanti gruppi che si cimentano con queste sonorità: non male, ma anche poco longevi e soprattutto non indispensabili, anche se gradevoli.
“Isla de la muerte” rifugge questo canovaccio, è evidente. Lo si sente sin dall’opener “Broadside attack”, dove il tiro è decisamente più metal. In realtà c’è ancora il violino stile celtico, ma lo stile melodico è completamente differente, e invece di citare i canovacci dell’irish folk, si tuffa più su robe in stile Korpiklaani e Finntroll più una generosa mole di progressive metal, evidente nella title track e nella conclusiva “Sandokan”, in cui i minutaggi corposi e la forma canzone aperta evidenziano quest’influenza. E il resto dei brani si altalena tra queste influenze, con “Bad fortune” che esalta il lato più heavy metal, “Haulaway joe” quello folk veloce (humppa, come direbbe qualcuno), “Marauder” quello tra Korpiklaani e Nightwish più folk”, e “Queen Anne’s revenge” fa da summa compositiva.
Tutto bene dunque? In realtà, non del tutto, perché per quanto “Isla de la muerte” è un passo avanti convincente in quanto a personalità, a volte il sound dei Calico Jack si fa un po’ troppo pretenzioso, con la title track che negli ultimi 2 minuti sembra un po’ andare avanti alla meno peggio e senza un chiaro filo logico, risultando in un brano allungato a forza, e la stessa cosa avviene per “Sandokan”, che per quanto spazia molto bene tra i generi, a volte sembra anche un po’ una cosa che fatica ad andare al punto. Da questo punto di vista, gli episodi compositivi più lunghi dei Calico Jack sono una cosa può dunque togliersi un po’ di fronzoli. Qualcosa di simile avviene anche per “Queen Anne’s Revenge”.
Dunque, non perfetto come si vuol credere, ma “Isla de la muerte” è comunque un gran bel passo avanti, frutto di una band che ha smesso di suonare come tanti altri, e che stupisce per il potenziale che finora non pensavo avesse. Della serie, sarà ancora folk/pirate metal, ma è MOLTO più metal che folk. E meno male, dico io.

Track by Track
  1. Broadside attack 75
  2. Isla de la muerte 70
  3. Bad fortune 70
  4. Antigua 70
  5. Three cheers to the shanty man 65
  6. Marauder 70
  7. Queen Anne's revenge 70
  8. Haulaway Joe 65
  9. Sandokan 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
72

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 04.05.2024. Articolo letto 116 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.