Diario di Bordo «Al di là del buio» (2023)

Diario Di Bordo «Al Di Là Del Buio» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
22.04.2024

 

Visualizzazioni:
100

 

Band:
Diario di Bordo
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Diario di Bordo [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Diario di Bordo [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Diario di Bordo

 

Titolo:
Al di là del buio

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Max :: vox
Leo :: guitar
Adrian :: guitar
Riki :: bass
Beppe :: drums

 

Genere:
Street Punk

 

Durata:
35' 47"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2023

 

Etichetta:
Kaizoku Records
[MetalWave] Invia una email a Kaizoku Records
Rumagna Sgroza

Fire and Flames

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Il (credo) secondo album dei Diario di Bordo si chiama “Al di là del buio”, e condensa 11 brani Punk/Oi! In poco meno di 36 minuti di musica, tanto diretta quanto sanguigna e istintiva, che ti colpisce per la fierezza delle composizioni e una produzione invero non male, che rende questo disco molto scorrevole e dallo stile non molto diverso da certe cose dei Plakkaggio HC.
Basta il disco d’apertura “Nonostante tutto” pre rendersene conto: il brano è breve e senza fronzoli, con cori alla Misfits ma una durezza vocale tipica dello street punk, che punta tutto sull’impatto e sull’attitudine in your face, cosa che si sente anche nelle eloquenti “Quei soliti kids” e “Cuore bandito”, che dicono tutto sin dal titolo. E il disco è così, senza troppe variazioni di sorta sul tema principale, al massimo con episodi più easy listening da singolo come “Antisocial” e “Dentro una sporca canzone”, o la più melodica e snob “Lady spleen”, anche se pure in questi casi il grado di sfrontatezza sonora è comunque più che tangibile, anche quando, come nella title track conclusiva, una introduzione di pianoforte ci fa pensare a un episodio musicale diverso. Niente da fare: è solo questione di tempo che l’ostinazione sonora è sempre là.
“Al di là del buio” è dunque diretto, schietto e irriverente, così come il genere musicale vuole. Se una maglietta dei gruppi suddetti costituisce la vostra seconda pelle, date una chance di ascolto ai Diario di Bordo e il loro “Al di là del buio”.

Track by Track
  1. Rose e crisantemi 70
  2. Nonostante tutto 70
  3. Antisocial 70
  4. La cerchia dei dannati 70
  5. Quei soliti kids 70
  6. Cuore bandito 70
  7. Fuoco negli occhi 70
  8. Dentro una sporca canzone 70
  9. Lady Spleen 70
  10. Al di la' del buio 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 22.04.2024. Articolo letto 100 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.