Fabio Frizzi «Zombie: Composer's Cut» (2023)

Fabio Frizzi «Zombie: Composer's Cut» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
30.01.2024

 

Visualizzazioni:
97

 

Band:
Fabio Frizzi

 

Titolo:
Zombie: Composer's Cut

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Fabio Frizzi :: Composer;
- Federico Tacchia :: Drums;
- Roberto Fasciani :: Bass;
- Riccardo Rocchi :: Guitars;
- Francesco Saguto :: Guitars;
- Alessio Contorni :: Synth;

 

Genere:
Horror Movie Soundtrack

 

Durata:
1h 36' 18"

 

Formato:
Vinile 12"

 

Data di Uscita:
28.07.2023

 

Etichetta:
Cadabra Records
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Cadabra Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Cadabra Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Cadabra Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Earsplit PR
[MetalWave] Invia una email a Earsplit PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Earsplit PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Earsplit PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Earsplit PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Earsplit PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Earsplit PR

 

Recensione

La creatività che da sempre contraddistingue l’autore compositore Fabio Frizzi non conosce ostacoli se non emozioni significative; abbiamo già avuto modo nel corso del tempo di apprezzare ed omaggiare i contenuti delle proprie opere ispirate per la maggiore a film cult horror splatter anni ’80-’90 se non da ultimo con la prima uscita del Composer’s Cut di “The Beyond” ispirato al film del lontano 1981 di Lucio Fulci. Torna oggi invece con la seconda uscita proseguendo con la rivisitazione di Zombi 2 o più noto con Zombie Flesh Eater, in cui l’autore ha offerto oggi un qualcosa di veramente emozionante, da brivido oserei dire! L’autore in sostanza ha lavorato a lungo su questo nuovo concept rielaborando integralmente il vecchio materiale musicale per ricreare una colonna sonora completamente nuova e confacente con il clima delirante del capolavoro cinematografico dell’epoca. In sostanza, una vera e propria reinterpretazione tra scenari voodoo e musica rock ricca di influenze retrò tenebrose e mai scontate o ricopiate. Ben quattordici sono le tracce riproposte dal maestro Frizzi, di lunghezza medio breve, all’interno delle quali si alternano ritmi compulsivi forti di incredibili partiture di basso, synth e chitarre all’interno delle quali l’autore non risparmia neanche l’impiego delle viole. Ambientazioni cupe, spaventose e tristi, generate da percussioni ipnotizzanti, danno impulso a momenti di puro horror musicale al punto da immaginare di vivere in prima persona la riproposizione dell’incubo. Le sorprese non cessano mai di coinvolgere l’ascoltatore dinanzi alle incredibili composizioni melodiche che si propagano incessanti all’interno di un mondo che, pur appartenendo alla finzione cinematografica, in realtà, nasconde un contesto apparentemente vitale e reale che non potrà facilmente abbandonare le menti di coloro che maggiormente sentono di farne parte. Opera strumentale da avere e collezionare soprattutto se appassionati di cult horror anni ’80.

Track by Track
  1. The Boat Can Leave Now, Tell The Crew 75
  2. Paula's Eye 75
  3. Cut Off From The Rest Of The World 70
  4. Zombie vs. Policeman 75
  5. Zombies Wake Up And Walk 75
  6. Afraid Of Voodoo 70
  7. At The Door Of Menard's House 70
  8. Cemetary For Spanish Conquistadores 70
  9. Gruesome Banquet 70
  10. Zombie vs. Shark 70
  11. Blood Under A Microscope 75
  12. Brooklyn Bridge (end credits) 70
  13. These Islands, Voodooism, Zombies... 75
  14. Main Title 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
73

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 30.01.2024. Articolo letto 97 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.