Feral Forms «Premalignant» (2023)

Feral Forms «Premalignant» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
18.01.2024

 

Visualizzazioni:
121

 

Band:
Feral Forms
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Feral Forms [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Feral Forms

 

Titolo:
Premalignant

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Paolo :: Bass
Chris :: Drums
Ciro :: Guitars
Federico :: Vocals

 

Genere:
Death / Black Metal

 

Durata:
11' 44"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
15.12.2023

 

Etichetta:
Night Terrors Records
[MetalWave] Invia una email a Night Terrors Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Night Terrors Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Night Terrors Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Night Terrors Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Night Terrors Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Night Terrors Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Night Terrors Records
Filth Junkies Records
[MetalWave] Invia una email a Filth Junkies Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Filth Junkies Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Filth Junkies Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Filth Junkies Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Anubi Press
[MetalWave] Invia una email a Anubi Press [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Anubi Press [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Anubi Press

 

Recensione

Debutto discografico ben promettente per i triestini Feral Forms, che con questo Ep di poco meno di 12 minuti ci donano 3 brani di un death metal old school a metà tra la scuola americana mutuata da qualcosa dei primi Incantation, e quella svedese che invece si sente più nell’ultimo brano ed è più debitrice ai Grave, il tutto per un risultato positivo.
Sì perché sin da subito la sporcizia e il marciume sono sputati che è un piacere dall’opener “Hunter of chaos”, che tra l’altro predilige anche qualche dissonanza a livello di chitarra, ma è con la title track che si comincia a fare sul serio, visto l’utilizzo di arrangiamenti letali come il break a circa 1’40” e un tiro molto buono. Conclude il brano migliore dell’Ep, cioè “Voice from the altar”, più scarna e diretta e che si avvicina per questo allo stile dei Grave, risultando più definita ma anche più dritta al punto, per un risultato secondo me più che riuscito.
Essendo questo un Ep, e per giunta corto, non possiamo né dire molto altro, né esporci più di tanto col voto, ma i Feral Forms promettono molto bene. Se il death old school è ciò che vi piace, “Premalignat” dei Feral Forms è un bell’acquisto.

Track by Track
  1. Hunter of chaos 70
  2. Premalignant 70
  3. Voice from the altar 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
71

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 18.01.2024. Articolo letto 121 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.