Apocalyptic Salvation «L.O.V.E.» (2023)

Apocalyptic Salvation L.o.v.e. | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
04.09.2023

 

Visualizzazioni:
443

 

Band:
Apocalyptic Salvation
[MetalWave] Invia una email a Apocalyptic Salvation [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Apocalyptic Salvation [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Apocalyptic Salvation [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Apocalyptic Salvation [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Apocalyptic Salvation [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Apocalyptic Salvation

 

Titolo:
L.O.V.E.

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Alan Denti :: Drums;
- Gabriele Principe :: Guitars;
- Giovanni Morsiani :: Bass;
- Fausto Martinelli :: Guitars;
- Sandro Capellini :: Vocals;

 

Genere:
Death/Thrash Metal

 

Durata:
33' 55"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
30.06.2023

 

Etichetta:
ETN Records

 

Distribuzione:
Punishment 18 Records
[MetalWave] Invia una email a Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Punishment 18 Records

 

Agenzia di Promozione:
The Abyss Booking and Promotion
[MetalWave] Invia una email a The Abyss Booking and Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di The Abyss Booking and Promotion

 

Recensione

Dopo circa dieci anni di silenzio dall’uscita dell’unico Ep prodotto dalla band, tornano con il primo full lenght gli Apocalyptic Salvation con le nuovissime dieci tracce di “L.O.V.E.”, acronimo di Loneliness Of A Visceral End, distribuito con la Punishment 18 Records ed anticipato da un unico video relativo al singolo “Cannibalistic Salvation”. La band si rileva estremamente coinvolgente grazie alle ritmiche serrate e a riff monumentali che nulla hanno a che inviare alle star del genere mondiali! Il nuovo disco, alle orecchie di chi scrive, sembra rievocare i lontani Malevolent Creation di Retribution sia per l’ottima somiglianza del growl con quello del compianto Brett Hoffmann che per l’apparati ritmico estremamente compatto e dinamico. Non manca qualche passaggio più melodico a rendere maggiormente apprezzabile il nuovo lavoro pur non perdendo mai il contatto con la propria violenta realtà di essere una band death metal oltre a qualche momento appena più thrash che ovviamente non scalfisce affatto il monolito realizzato dagli A.S.. Le dieci tracce, di cui la finale dedicata agli amati Slayer, si rilevano con contenuti più moderni e non; ciò e dimostrato dalla partenza in maniera classica con “The Last Hope”, brano che dà prova che in dieci anni di silenzio la band la band si è evoluta affinando tecnica, oltre alla capacità di saper strutturare a modo i propri brani senza dimenticarsi di come fare il death metal che spezza e che fa male di brutto; segue “F..k”, brano che cambia in parte la prepotenza e la dinamica del suo predecessore; da ricordare ancora “If God Exist” dall’apertura oscura e caratterizzato da un arpeggio di chitarra assai cupo ed oscuro in cui vieppiù vengono a svilupparsi ritmiche serrate determinate; non male neanche “Bow To None” brano sviluppato in mid tempo ma pur sempre carico di estrema compattezza sonora. Ottima anche “To Rise Above The Clouds”, traccia che precede la cover di chiusura nuovamente generato da riff possenti e ritmiche che si alternano tra mid tempo e annesse mazzate sui denti. Un disco che piace e che segna un ritorno alla grande per gli Apocalyptic Salvation. Bentornati ragazzi.

Track by Track
  1. The Last Hope 80
  2. F..k! 80
  3. Here Is The LOVE 75
  4. If a God Exist 80
  5. Cannibalistic Salvation 80
  6. My Freedom 80
  7. No One Survived 75
  8. Bow To None 75
  9. To Rise Above the Clouds 80
  10. Reborn (Slayer Cover) S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
79

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 04.09.2023. Articolo letto 443 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.