Sfregio «Fagioli e Sangria» (2022)

Sfregio «Fagioli E Sangria» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
25.02.2023

 

Visualizzazioni:
693

 

Band:
Sfregio
[MetalWave] Invia una email a Sfregio [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sfregio [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Sfregio [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Sfregio [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Sfregio

 

Titolo:
Fagioli e Sangria

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Seth :: Voce e Chitarra
- Doctor Rock :: Chitarra
- Grinder :: Basso
- Ylme :: Batteria

 

Genere:
Thrash'N'Roll

 

Durata:
48' 16"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2022

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Il quartetto ligure Sfregio questa volta per sorprendere la propria più affiatata platea sceglie questo divertentissimo “Fagioli e Sangria”, un disco di composto da sei brani inediti e che include come bonus l’Ep “Due” formato da due tracce e tre tracce live, figlio del punk hard core, thrash’roll e chi più ne ha più ne metta. Gli undici brani di questo nuovo disco spaccano sin da subito sia per i testi allegorici e demenziali che ti fanno piegare e che se ne fregano dei “bip” che per la compattezza sonoro del classico punk hard rock suonato nella miglior maniera possibile. La band sa come prendere per la gola i proprio più sfegatati fan tenuto conto che giungono con questo disco alla soglia del quinto album della propria divertentissima carriera. La volgarità diciamo che si avverte quasi come la presenza ovvia delle corde sulla chitarra (!) ma gli Sfregio sono questo e noi li vogliamo così; le sonorità metal pistano dall’inizio alla fine, riff incessanti per una batteria sempre folle e un clean made in italy che sa fare al meglio il proprio lavoro. Dopo i divertentissimi inediti e la riproposizione dell’Ep la band presenta anche i tre live come sopra accennato cantando “Cazzo Marcio”, “Il Sopresone” e la conclusiva “Zio” tre brani che dimostrano una incondizionata attitudine a saper coinvolgere la folla e a spaccare divertendo nella miglior maniera possibile e dove si ravvisa anche la buona preparazione artistica e strutturale della band. Per concludere, questo “Fagioli e Sangria” è un disco ricco di sorprese e di divertimento a go go e ci conferma ancora una volta che questa band, anche se può apparire scurrile per alcuni, spara energia in ogni situazione sia essa bella o brutta ed è una inesauribile fonte di allegria.

Track by Track
  1. Vado Al Fiume 80
  2. Vecchio Si Vecchio No 75
  3. Robotti 75
  4. Luci Blu 80
  5. Fagioli e Sangria 75
  6. El Cantico del Zabbajion 75
  7. Due 80
  8. Vino 80
  9. Cazzo Marcio (Live) 75
  10. Il Sorpresone (Live) 75
  11. Zio (Live) 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
78

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 25.02.2023. Articolo letto 693 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.