Death Cell «Periferico» (2021)

Death Cell «Periferico» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Ozymandias »

 

Recensione Pubblicata il:
06.04.2021

 

Visualizzazioni:
753

 

Band:
Death Cell
[MetalWave] Invia una email a Death Cell [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Death Cell [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Death Cell [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Death Cell

 

Titolo:
Periferico

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:

 

Genere:
Alternative Rock

 

Durata:
55' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
22.01.2021

 

Etichetta:
Volcano Records
[MetalWave] Invia una email a Volcano Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Volcano Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Volcano Promotion
[MetalWave] Invia una email a Volcano Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Volcano Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Volcano Promotion

 

Recensione

Mescolando art rock, qualche spunto “Tooliano” e altro ancora, i Death Cell con questo “Periferico” propongono un platter tanto interessante quanto non privo di difetti: uno su tutti, ahimè, la produzione, davvero piatta se non scadente che non rende giustizia al contenuto a tratti davvero interessante, che mescola appunto soluzioni Rock di vario genere con dei picchi quantomeno validi, secondo chi scrive.
Pur non raggiungendo vette chissà che particolari, il disco si ascolta piacevolmente e si ha l’idea che la band sia al 100% convinta del proprio sound, commettendo tuttavia diversi errori in fase di arrangiamento e di riffing, davvero troppo, troppo scarno e poco studiato.
Bella la voce, calda e avvolgente che ricorda molto soluzioni vicine a certo Rock italiano d’altri tempi, come i Litfiba per esempio o certi Timoria, il resto si assesta su un livello abbastanza buono ma molto “amatoriale”, un qualcosa che non vince ma piuttosto “convince” solo a tratti; i riff sono piatti e poco impattanti così come la sezione ritmica, mixata davvero male secondo il sottoscritto, con una scelta dei suoni a tratti quasi imbarazzante, sarò onesto.
Mi sento comunque di dare una sufficienza piena al prodotto, in quanto vi sono delle soluzioni arpeggiate davvero belle all’interno del disco e un’atmosfera generale convincente e che potrebbe far intuire ben maggiori potenzialità, che spero vengano fuori con dei lavori successivi.

Track by Track
  1. Maschera 60
  2. Zona d'ombra 60
  3. Il viaggio di caronte 60
  4. Periferico 60
  5. Riflessi 60
  6. Quel che 60
  7. Il gioco delle parti 60
  8. Susmar 60
  9. Ninna nanna 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 50
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
60

 

Recensione di Ozymandias » pubblicata il 06.04.2021. Articolo letto 753 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.