Ruler «Descent Into Hades» (2019)

Ruler «Descent Into Hades» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
15.12.2019

 

Visualizzazioni:
261

 

Band:
Ruler
[MetalWave] Invia una email a Ruler [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Ruler

 

Titolo:
Descent Into Hades

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Matt Baldoni :: Guitars
DanieleValentini :: Vocals
Mirko Negrino :: Bass
Steve Bianco :: Drums

 

Genere:
Heavy Metal

 

Durata:
42' 19"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
31.05.2019

 

Etichetta:
Punishment 18 Records
[MetalWave] Invia una email a Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Punishment 18 Records

 

Distribuzione:
Andromeda Distribuzioni Discografiche
[MetalWave] Invia una email a Andromeda Distribuzioni Discografiche [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Andromeda Distribuzioni Discografiche [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Andromeda Distribuzioni Discografiche
Code7 Distribution
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Code7 Distribution
Plastic Head
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Plastic Head [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Plastic Head

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Certi dischi e certe sonorità potranno anche non essere molto originali e perfino anche un po’ di nicchia, ma riescono a soddisfare bene la propria audience per via di una serie di crismi compositivi rispettati alla perfezione, che rendono la propria release davvero appetibile.
È questo il caso di “Descent into hades” dei Milanesi Ruler, un disco che per tutta la sua durata non vuole fare altro che urlare la propria passione per il metal classico anni 80, di quello che non era del tutto ben scisso da certo rock, e che è come fermo nel tempo, come molti fans di questo genere musicale in Italia esigono, ed è per questo che i Ruler affondano il colpo sin dall’inizio con una coppia di brani molto diretta e divertente, con l’irresistibile andamento di “Black hand” e la potenza di “queen of danger”, poi contrapposte all’episodio più lungo e strutturato di “Airstrip 1”, più o meno sulla falsariga di “Alibi”, con “The shunt” a concludere la lista dei miei brani preferiti di quest’album. C’è anche da dire che il resto dei brani non è che aggiunga molto in quanto sia a soluzioni stilistiche che a efficacia, ma non importa: questo non è un disco che vuole rivoluzionare un genere: punta a far divertire e piacere e ci riesce.
Insomma: “Descent into hades” è senz’altro un disco un po’ di nicchia, una dichiarazione d’amore per l’heavy metal classico di vaga derivazione alla Accept e forse Sabotage e non molto altro, è un disco più che altro per sfegatati fans di questo genere musicale e pochi altri, ma come sappiamo il bacino d’utenza per questa musica in Italia c’è, questo è ciò che vuole e i Ruler tutto ciò te lo fanno sentire con perizia musicale e tecnica. Ben fatto.

Track by Track
  1. Black hand 75
  2. Queen of danger 75
  3. Airstrip 1 75
  4. Melanie 65
  5. Descent into hades 65
  6. Prisoners in hell 65
  7. The shunt 75
  8. Alibi 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 15.12.2019. Articolo letto 261 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.