Thomas Silver «The Gospel According To Thomas» (2018)

Thomas Silver «The Gospel According To Thomas» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
12.12.2018

 

Visualizzazioni:
170

 

Band:
Thomas Silver
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Thomas Silver

 

Titolo:
The Gospel According To Thomas

 

Nazione:
Svezia

 

Formazione:
Thomas Silver

 

Genere:
Rock

 

Durata:
45' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
23.11.2018

 

Etichetta:
Volcano Records
[MetalWave] Invia una email a Volcano Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Volcano Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Volcano Promotion
[MetalWave] Invia una email a Volcano Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Volcano Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Volcano Promotion

 

Recensione

Molti di voi ricorderanno che Thomas Silver è stato il fondatore degli Hardcore Superstar, band nata nel lontano 1997 che raggiunse il meritato successo mondiale. Nonostante le enormi soddisfazioni ottenute, Thomas abbandonò, per scelta personale, nel 2008 il gruppo e decise di dedicarsi a una carriera solista che si concretizza finalmente in un primo album solo nel 2018 con grande trepidazione dei suoi fans più fedeli. Ricordo che The Gospel According to Thomas è uscito il 23 novembre attraverso la label italiana Volcano Records.
Ci troviamo quindi davanti undici brani che mantengono un filo conduttore per tutta la durata dell’opera, risultando così molto coerente.
L’inizio è affidato a Caught Between Worlds, un brano nel quale incontriamo un rock ’n roll con un ritornello catchy potenziato da riffoni; a seguire, Public Eye che ammicca senza ritegno a blues più attuale, ma sempre in una chiave con chiara radice rock.
Minor Swing è un pezzo orecchiabile che scivola via con leggerezza e senza troppe pretese; D-Day si sposta su toni più riflessivi, la voce è più cupa e l’atmosfera generale è introspettiva, la traccia più interessante sino ad ora.
Coming In, Going Under è venata di punk, perfetta per i live con i suoi cori e l’energia che ne traspare.
In Time stands still e Bury the Past possiamo percepire tutto il bagaglio esperienziale legato alla musica e allo stile che caratterizza lo stile di Thomas: equilibrio, maturità nel sound e una costante leggerezza senza cadere nel banale.
On a Night like This e Mean Town mi hanno molto ricordato I The 69 Eyes di qualche anno fa, quelli di Lost Boys per intenderci; Not Invited è una delle tracce maggiormente apprezzabili anche grazie ai giri di chitarra che rendono l’atmosfera particolare, ti viene voglia di ballare sin dalla prima nota.
Si termina con la malinconica All Those crazy things , un ritratto al passato, ai vecchi tempi, una riflessione che include il punto di vista dell’artista, sicuramente si tratta di qualcosa di interessante.
The Gospet according to Thomas è un disco che mostra chiaramente la verve creativa del musicista: è fresco, attuale e piacevole sin dall’inizio. C’è qualche lieve traccia del passato, ma si tratta di poca cosa. Il genere potremmo inserirlo in un rock melodico, ma le sfaccettature che caratterizzano le varie canzoni mostrano la crescita artistica e la voglia di emergere rimanendo sé stessi.
Vi consiglio con piacere di dare un ascolto a questo cd, senza preconcetti, ma con la voglia di lasciarsi stupire piacevolmente. Un buon compromesso tra buona musica e leggerezza.

Track by Track
  1. Caught Between Worlds 80
  2. Public Eye 80
  3. Minor Swing 80
  4. D-Day 80
  5. Coming In Going Under 80
  6. Time stands still 80
  7. Bury the past 80
  8. On a night like this 80
  9. Mean Town 80
  10. Not Invited 80
  11. All Those Crazy Dreams 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 90
Giudizio Finale
80

 

Recensione di reira » pubblicata il 12.12.2018. Articolo letto 170 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.