Forged in Blood «Forged in Blood» (2018)

Forged In Blood «Forged In Blood» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
13.08.2018

 

Visualizzazioni:
813

 

Band:
Forged in Blood
[MetalWave] Invia una email a Forged in Blood [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Forged in Blood [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Forged in Blood

 

Titolo:
Forged in Blood

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Roberto Liperoti :: vocals;
- Cristian Perinelli :: guitars;
- Toni Cacciapaglia :: guitars;
- Max Dr. Novo :: bass;
- Hicham Jamai :: drums;

 

Genere:
Heavy Metal

 

Durata:
48' 9"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
26.05.2018

 

Etichetta:
Punishment 18 Records
[MetalWave] Invia una email a Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Punishment 18 Records

 

Distribuzione:
Andromeda Distribuzioni Discografiche
[MetalWave] Invia una email a Andromeda Distribuzioni Discografiche [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Andromeda Distribuzioni Discografiche [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Andromeda Distribuzioni Discografiche
Code7 Distribution
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Code7 Distribution
Plastic Head
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Plastic Head [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Plastic Head

 

Agenzia di Promozione:
Eagle Booking Live Promotion
[MetalWave] Invia una email a Eagle Booking Live Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Eagle Booking Live Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Eagle Booking Live Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Eagle Booking Live Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Eagle Booking Live Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Eagle Booking Live Promotion

 

Recensione

Partono come cannoni questi Forged In Blood, band milanese nata dalle ceneri dei Toxic Youth ed oggi alle prese, dopo cambi di line up e problematiche che accomunano da sempre miriadi di formazioni, con questo omonimo album di debutto. Con sonorità prettamente moderne e senza portarsi dietro gli spettri di un passato oramai definito, attraverso il loro heavy thrash metal offrono un quadro compositivo di notevole spessore seppur rimanendo particolarmente influenzati da band della portata di Viciour Rumors e via discorrendo. I brani si susseguono in maniera dinamica, garantendo nota dopo nota le basi per un divertimento fondato pienamente sullo spirito del genere. Forti di un robusto clean e con andature che in alcuni assetti immancabilmente richiamano anche cavalcate power, la band apre le danze con l’ottima “Rebellion My Name”, vincente sia sul profilo strutturale ma soprattutto sugli ottimi ritornelli dinamici e coinvolgenti dal primissimo istante; buona anche la proposta di “For The Unborn”, brano dalle ritmiche altalenanti solido e magnetico senza la minima esitazione; splendida invece la performance di “Game Is On” un heavy inarrestabile con annessi ritornelli e splendidi lead solo da assaporare ininterrottamente; l’ascolto prosegue poi con “Never Pay To Play” dal sapore heavy prettamente ’80 a cominciare dal riff d’apertura e via discorrendo sino alla fine; “A Taste Of Heaven” è invece un brevissimo strumentale acustico pronto a introdurre la melodica “Fine Dark Line”, appena più moderato rispetto alle precedenti tracce, sempre all’altezza della situazione, ma meno incisivo dei suoi predecessori; l’ascolto prosegue poi con la potente quanto divertentissima “Black Renegade” un Heavy Thrash spaccaossa veloce e compatto al meglio che anticipa “Aylan’s Eyes”, particolarmente melodico forte di un power heavy che ne va a caratterizzare le impronte sia per potenza ma soprattutto per l’incredibile prova di ogni strumentista; nuova cavalcata con “It’s On The Blade” dove una simmetrica potente colata lavica di heavy thrash, forte dell’ottima scuola che influenza la band, coinvolge e trascina via l’ascoltatore senza vie di fuga; un basso quasi in punta di piedi caratterizza invece l’apertura dell’ottima “Holy Waters”, brano nuovamente melodico dove a rendere giustizia al tutto l’ottima interpretazione del clean caldo, corposo e imponente avallato anche da una chitarra magistrale soprattutto nel lead conclusivo che conduce sino a “Catharsis” il cui power ci travolge in chiusura come un vortice inarrestabile. Un debutto avvalorato soprattutto anche da una eccellente produzione che riesce a mettere in evidenza il buon operato di questa band sotto ogni profilo.

Track by Track
  1. Rebellion My Name 75
  2. For The Unborn 75
  3. Game Is On 80
  4. Never Pay To Play 75
  5. A Taste Of Heaven S.V.
  6. Fine Dark Line 75
  7. Black Renegade 75
  8. Aylan’s Eyes 75
  9. It’s On The Blade 75
  10. Holy Waters 75
  11. Catharsis 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
75

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 13.08.2018. Articolo letto 813 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.