Sator «Ordeal» (2017)

Sator «Ordeal» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
24.09.2017

 

Visualizzazioni:
938

 

Band:
Sator
[MetalWave] Invia una email a Sator [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sator [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Sator

 

Titolo:
Ordeal

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Drugo :: Drum;
- Mauro :: Guitar;
- Valy :: Bass, Vox;

 

Genere:
Sludge Metal / Doom

 

Durata:
48' 22"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
01.09.2017

 

Etichetta:
Argonauta Records
[MetalWave] Invia una email a Argonauta Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Argonauta Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Argonauta Records

 

Distribuzione:
Goodfellas
[MetalWave] Invia una email a Goodfellas [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Goodfellas [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Goodfellas
Cargo Records
[MetalWave] Invia una email a Cargo Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Cargo Records
Bertus
[MetalWave] Invia una email a Bertus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Bertus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Bertus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Bertus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Bertus

 

Agenzia di Promozione:
Nee-Cee Agency
[MetalWave] Invia una email a Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Nee-Cee Agency

 

Recensione

Formatisi a Genova nel 2013 i Sator presentano questo secondo disco “Ordeal” con il loro sludge doom metal che richiama sin sai primissimi istanti di ascolto l’immancabile ispirazione a Black Sabbath, Eyehategod, Thergothon, Amon Duul II, Neurosis, Hawkwind, Unholy, Black Flag e chi più ne ha più ne metta. La band propone con un tocco decisamente personale la caratteristica struttura psichedelica unificata per l’appunto al doom dove però non tutto appare così scontato se si vanno ad analizzare sino in fondo alcuni parametri a cui la band ricorre nella stesura del disco. Ovviamente un orecchio poco esperto non capterebbe l’importanza che in realtà ha il sound e le annesse miscele che vanno continuamente a caratterizzarlo tra un effetto e l’altro; ma qui indubbiamente ci si rende ben conto della differenza proprio per il calibro sonoro che è insito in ciascun brano innescato anche dagli immancabili richiami sludge. In ogni caso, al di là della particolarità del suono, ciò che si percepisce è il senso con cui la band tende ad ipnotizzare l’ascoltatore anche attraverso contesti quasi desolanti all’interno dei quali non tarda ad emergere un effetto delirante fatto di urla di sottofondo creatrici di quel clima idoneo a comprenderne sino in fondo effetto e annessa portata, come ben anche ci indica la stessa artcover del lavoro. Ai predetti contesti non mancano neanche brani maggiormente intensi tra cui “Soulride” che sembra spazzare via l’ipnotismo che il suo predecessore ci aveva quasi indotto; lo stato di angoscia si manifesta nuovamente con i nove minuti di “Sky Burial”, altro brano decisamente ipnotico che sfocia in un’alternanza tra delirio e ritmiche più accese e movimentate. In definitiva ci troviamo davanti ad un disco particolare che riesce quasi a concretizzare quella sottile linea tra il reale e il surreale fatto di rumori, voci, urla e suoni distorti caratteristici di un doom metal alla portata di orecchie non proprio comuni.

Track by Track
  1. Heartache 75
  2. Ordeal 80
  3. Soulride 80
  4. Sky Burial 75
  5. Funeral Pyres 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
77

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 24.09.2017. Articolo letto 938 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.