Obese «Kali Yuga» (2015)

Obese «Kali Yuga» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
01.07.2015

 

Visualizzazioni:
1275

 

Band:
Obese
[MetalWave] Invia una email a Obese [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Obese

 

Titolo:
Kali Yuga

 

Nazione:
Olanda

 

Formazione:
Unknown

 

Genere:
Stoner Rock / Sludge Metal

 

Durata:
46' 31"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
01.06.2015

 

Etichetta:
Argonauta Records
[MetalWave] Invia una email a Argonauta Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Argonauta Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Argonauta Records

 

Distribuzione:
Goodfellas
[MetalWave] Invia una email a Goodfellas [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Goodfellas [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Goodfellas
Code7 Distribution
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Code7 Distribution
Cargo Records
[MetalWave] Invia una email a Cargo Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Cargo Records

 

Agenzia di Promozione:
Nee-Cee Agency
[MetalWave] Invia una email a Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Nee-Cee Agency

 

Recensione

Leggi Argonauta Records e sai già di aspettarti sonorità stoner o derivati, spesso di qualità. Ed è il caso anche di questi Olandesi da Utrecht chiamati Obese, che arrivano con questo secondo album ad un miscuglio ben riuscito di stoner, sludge e rock, che diluisce 49 minuti di musica in circa 46 minuti e mezzo di musica.
Ciò che rende particolarmente riuscito quest’album è semplicemente la qualità dell’ispirazione musicale, che si sente sin dalla lenta e corpulenta opener “Enion”, ben ritmata ed efficace, ma gli ingredienti dei generi influenzanti di quest’album si rivelano in equilibrio variabile, e diventano più sludge e rock nella ugualente efficace “Rite of fire”, e più stoner rock nella title track, con tanto di assolo di chitarra ben riuscito; il tutto a confermare come gli Obese siano una band che invece di sparare le basse frequenze dei loro strumenti e basta, le domina e le modella per farne un sound sicuramente grasso, ma anche tutt’altro che narcolettico o troppo statico, e anzi con una certa resa da live, chiaramente ascoltabile “The bitter blast” o “Red as the sun”, e si continua con questi alti standards compositivi fino all’ultima “Begetter dead letter”, un brano sludge/doom sporco ma potente e rallentato, che dura nove minuti e passa senza che te ne accorgi, così come non ti accorgi che sono passati tutti e 46 i minuti del disco, segno che l’album scorre liscio, coinvolgente e senza alcun intoppo.
“Kali Yuga” è dunque il secondo passo discografico più che ispirato di questi Olandesi, il cui acquisto è particolarmente consigliato ai fanatici di qualsiasi cosa che abbia una chitarra abbassata in do, ma anche chi vuole provare ad avvicinarsi all’underground di questo genere musicale secondo me non ne rimarrà deluso. Ottimo lavoro.

Track by Track
  1. Enion 80
  2. Rite of fire 75
  3. Kali Yuga 80
  4. The bitter blast 80
  5. Red as the sun 80
  6. Steamroller 70
  7. Down the gauntlet 80
  8. Bow 80
  9. Begetter dead letter 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
77

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 01.07.2015. Articolo letto 1275 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.