Hesperia «Metallvm Italicvm» (2015)

Hesperia «Metallvm Italicvm» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
29.06.2015

 

Visualizzazioni:
2598

 

Band:
Hesperia
[MetalWave] Invia una email a Hesperia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Hesperia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Hesperia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Hesperia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Hesperia

 

Titolo:
Metallvm Italicvm

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Hesperus :: All Istruments;

 

Genere:
Epic Pagan Black Metal

 

Durata:
41' 59"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
24.01.2015

 

Etichetta:
Sleaszy Rider Records
[MetalWave] Invia una email a Sleaszy Rider Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sleaszy Rider Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Sleaszy Rider Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Dopo diverse uscite nel corso dell’ormai quasi ventennale carriera, gli Hesperia, one man band italiana presentano questo album intitolato “Metallum Italicum” cantando in madre lingua le eroiche gesta vissute nell’Eneide attraverso una sonorità che, seppur apparendo quasi stilisticamente inclassificabile, sembra essere riconducibile ad un epic rock con sonorità tendenti ad un progressive italiano. I suoni sono semplici ma nello stesso tempo prive di significativi spunti emozionanti, le ritmiche modulate ma senza virtuosismi, il cantato sempre imponente, quasi con voce teatrale. Anche nel corso dell’ascolto non appare quasi mai emergere alcun significativo spunto, soprattutto nei testi, che porti l’ascoltatore a qualche attimo di riflessione. Le dieci tracks proposte sembrano in alcuni casi delle colonne sonore di cartoni animati di robot spaziali che vengono incitati a sconfiggere il nemico. In alcune canzoni emerge prevalentemente il tratto quasi lirico teatrale di Hesperus come nel caso di “Metallum Italucum II” mentre in altre come nel caso di “Hesperia” si ha una solta di crescita sia canora che strumentale proposta sempre con tonalità prevalentemente maestose mentre strumentalmente si assiste ad un classico epic rock; anche l’opener “De Bello italico I” ha delle andature quasi Hard rock ma appare totalmente monotona e prolissa nella parte cantata; con “Hesperia’s Triumphatur” brano strumentale, le ritmiche e le andature sono riconducibili ai Maiden con alcuni connotati strumentali caratteristici della band. In definitiva si tratta di un lavoro che, seppur abbia degli spunti interessanti quali appunto quello di trattare storie che appartengono alle battaglie romane e soprattutto alle valorose imprese vissute nell’Eneide virgiliana e ricondotte nel contesto della musica metal, non appare soddisfacente ed emozionante probabilmente a causa del fatto che numerose parti sia strumentali ma soprattutto canore appaiono simili a causa del ripetersi in maniera quasi eccessiva di alcuni ritornelli. Oltretutto anche la parte cantata, seppur ben realizzata, in alcuni casi appare essere un po’ fuori luogo e tendente ad annoiare.

Track by Track
  1. Incipit Aeneidos Apotheosis 60
  2. De Bello Italico I 50
  3. De Bello Italico II 50
  4. Interludium I Ave Metallum Italicum 55
  5. Metallum Italicum I 50
  6. Metallum Italicum II 45
  7. Interludium II Ave Hesperia 50
  8. Hesperia 45
  9. Hesperia's Triumphator 45
  10. Aphoteosis Roma Incipit 50
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 50
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 55
Giudizio Finale
51

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 29.06.2015. Articolo letto 2598 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.