The Citizen «Curtain Call» (2015)

The Citizen «Curtain Call» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
06.05.2015

 

Visualizzazioni:
1402

 

Band:
The Citizen
[MetalWave] Invia una email a The Citizen [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di The Citizen [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di The Citizen

 

Titolo:
Curtain Call

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Ace: voce, chitarra ritmica, sintetizzatori
Franco: basso, seconda voce
Noam: chitarra, piano, sintetizzatore
Roberto: batteria

 

Genere:
Rock

 

Durata:
35' 25"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
04.05.2015

 

Etichetta:
My Kingdom Music
[MetalWave] Invia una email a My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di My Kingdom Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Curtain Call è un album che ho trovato subito, dal primo ascolto, molto interessante.
Intro a parte (che ho trovato fuorviante come la relativa Outro), il resto è ben strutturato e credo abbia un'interessante idea di fondo.
La varietà delle canzoni è un punto di forza del lavoro dei Citizen: System Zero è quasi poppeggiante; Panic Attack è forse la più bella grazie a una melodia che rimbomba nella testa; Something Left è altamente complicata senza stancare le orecchie dell'ascoltatore.
Fondamentalmente, i Citizen hanno fatto un qualcosa di piacevole prendendo chiaramente ispirazione da una determinata categoria di band. In questo senso, l'influenza di band di orientamento rock e brit mi pare evidente.
Nonostante vari accostamenti, la band riesce a trovare una sua originalità senza scimmiottare nessuno, cercando quindi di dimostrare il proprio valore e identità.
Da qui ne scaturisce una musica tendente al rock, ma non troppo pesante o volgare.
Le basi per ottenere una valutazione più alta ci sono tutte, a mio parere.
Disco che consiglierei a persone amanti del genere e attenti alle sfumature più profonde delle melodie.

Track by Track
  1. Intro S.V.
  2. System zero 70
  3. Curtain call 65
  4. Panic Attack 75
  5. You and I 70
  6. This time 70
  7. Relax 65
  8. Something left 70
  9. The way you change 70
  10. Outro S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
70

 

Recensione di reira » pubblicata il 06.05.2015. Articolo letto 1402 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.