Rockzilla «The Animal in Me» (2014)

Rockzilla «The Animal In Me» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
31.12.2014

 

Visualizzazioni:
655

 

Band:
Rockzilla
[MetalWave] Invia una email a Rockzilla [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Rockzilla

 

Titolo:
The Animal in Me

 

Nazione:
Spagna

 

Formazione:
Mussol Coderch v:: ocals
Dani Lacruz :: guitar, vocals
Sue Gere :: bass, vocals
Marky :: lead guitar
Erick :: drums

 

Genere:
Hard Rock

 

Durata:
21' 24"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
10.08.2014

 

Etichetta:
Jetglow Recordings
[MetalWave] Invia una email a Jetglow Recordings [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Jetglow Recordings [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Jetglow Recordings [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Jetglow Recordings

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I Rockzilla sono spagnoli, sono attivi dal 2000 e con questo Ep si rimettono in gioco con una formazione diversa a seguito di alcune passate vicissitudini che li hanno costretti ad uno stop, e questo “The animal in me” è appunto il frutto di questa band rinnovata, che ritorna con 4 brani brani più cover per 21 minuti e mezzo di musica edita dalla Jetglow.
E di cosa sono capaci i Rockzilla lo capiamo sin dall’opener “Supersonic strength”, frizzante e potente, classica e canonica quanto volete, ma nondimeno divertentissima, così come la successiva “Leave me my soul” dove tematiche presumibilmente non da educande (a giudicare dal titolo) si accoppiano ad un brano sanguigno e interessante, con un assolo davvero riuscito tra l’altro. E se una title track si dimostra essere graffiante e potente, non manca la conclusione acustica e simil country di “Going back home”, inframezzata da una cover, “Running down a dream” di Tom Petty and the heartbeakers, nota anche per essere stata inserita in GTA San Andreas.
Non c’è molto altro da dire su questo EP, tranne un’analisi tecnica e una evidente bontà delle canzoni, e tuttavia la capacità di questa band va testata sulla lunga distanza, quindi rimandiamo il giudizio ad un eventuale nuovo full length. Nel frattempo a questo EP, che consigliamo ai fanatici di hard rock, diamo un voto un po’ contenuto solo per lo scarso minutaggio, ma saremo più di manica larga coi voti nel caso di una riuscita del prossimo cd.

Track by Track
  1. Supersonic strength 70
  2. Leave me my soul 70
  3. The animal in me 70
  4. Running down a dream (di Tom Petty and the heartbeakers Cover) S.V.
  5. Going back home 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
69

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 31.12.2014. Articolo letto 655 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.