Divided Multitude «Feed On Your Misery» (2013)

Divided Multitude «Feed On Your Misery» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Carnival Creation »

 

Recensione Pubblicata il:
14.04.2013

 

Visualizzazioni:
891

 

Band:
Divided Multitude
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Divided Multitude [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Divided Multitude

 

Titolo:
Feed On Your Misery

 

Nazione:
Norvegia

 

Formazione:
Sindre Antonsen :: Vocals, Guitars
Christer Haroy :: Guitars
Eskild Kloften :: Keyboards
Rayner Haroy :: Bass
Anders Vinje :: Drums

 

Genere:
Progressive Metal

 

Durata:
1h 3' 58"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
19.04.2013

 

Etichetta:
Fireball Records AS

Nightmare Records
[MetalWave] Invia una email a Nightmare Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nightmare Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nightmare Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Nightmare Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Nightmare Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Nightmare Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Gordeon Music
[MetalWave] Invia una email a Gordeon Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Gordeon Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Gordeon Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Gordeon Music

 

Recensione

Sebbene qui in Italia il nome Divided Multitude non dica molto ai fan non eccessivamente sfegatati del Progressive Metal scandinavo, la formazione norvegese in questione - attiva fin dal 1995- è giunta ormai alla quinta release di larga scala e per di più in modo consecutivo.
Uno studio album dietro l’altro dal 2001 senza trovare pace e di certo ascoltando quest’ultimo loro lavoro, ‘Feed On Your Misery’ capiamo di trovarci di fronte ad una formazione unitissima i cui elementi sembra suonino continuamente in simbiosi formando una macchina ad alto voltaggio capace di comunicare con un Progressive Metal sporcato di Power e che guarda a tutte le modernità groovy che ormai la moda ha reso questo stile parte integrante dell’Heavy Metal contemporaneo e c’è ben poco da fare, il vecchio Prog Metal come lo conoscevamo ai tempi dei Symphony X e Dream Theater possiamo quasi scordarcelo o rintracciarlo esclusivamente in queste due band.
Beh poco importa, alla fine fine la musica si evolve e a tutti coloro che amano le modernità troveranno pane per il loro denti con la musica dei Divided Multitude che potrei definire i DGM norvegesi poiché di differenze stilistiche sostanziali si trovano soltanto nel cantato di Sindre Antonsen, estremamente cavernicolo e molto graffiante ma almeno nel gruppo nostrano di elementi per poterlo definire un minimo originale ne ho a bizzeffe anche se non è questa la sede per parlarne.
Tornando al disco, è presente una nota dolente che non mi fa apprezzare a pieno tutto il lavoro del gruppo scandinavo ed è il fatto che le atmosfere in fondo si somigliano un po’ tutte e in certi punti la voce di Antonsen, vuoi per gusti personali, non mi piace proprio come resa seppur non sbagli un colpo per tutta la durata del disco che ho trovato eccessiva e con una durata di minutaggio delle tracce davvero eccessiva, soprattutto per quel fastidioso catchy che aleggia qua e là dando l’idea di aver scritto mezzo disco a tavolino oppure di aver tappato qualche buco con dei riempitivi tutto sommato ordinari: “Crimson Sunset”, “Transparent” e “Scars” le avrei tolte senza pensarci due volte ed avrei così alleggerito un ascolto che diventa ben presto pesante.
Quindi cosa dire complessivamente di ‘Feed On Your Misery’? E’ quanto di più fruibile possiate trovare in una sorta di Progressive Metal modernissimo, sostanzialmente è suonato e prodotto in modo perfetto ma di sostanza ne ha ben poca. Non stroncabile per forza di cose ma lo consiglio solamente ai fan irriducibili della band.

Track by Track
  1. Esperanto 65
  2. Feed On Your Misery 70
  3. What I See 65
  4. Scars 55
  5. The World Is Watching 60
  6. Crimson Sunset 60
  7. 2 4 7 65
  8. Vicious by Heart 70
  9. Seconds 70
  10. Transparent 60
  11. Reborn 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
66

 

Recensione di Carnival Creation » pubblicata il 14.04.2013. Articolo letto 891 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.