The Red Coil «Lam» (2012)

The Red Coil «Lam» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Carnival Creation »

 

Recensione Pubblicata il:
02.04.2013

 

Visualizzazioni:
1310

 

Band:
The Red Coil
[MetalWave] Invia una email a The Red Coil [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di The Red Coil [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di The Red Coil [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di The Red Coil [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di The Red Coil [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di The Red Coil [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di The Red Coil [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di The Red Coil

 

Titolo:
Lam

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Marco Marinoni :: Vocals
Luca Colombo :: Guitars
Daniele Parini :: Guitars
Toni Viceconti :: Bass
Antonio Carluccio :: Drums

 

Genere:
Sludge Stoner Rock

 

Durata:
45' 18"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
13.11.2012

 

Etichetta:
Buil2kill Records
[MetalWave] Invia una email a Buil2kill Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Buil2kill Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Buil2kill Records

 

Distribuzione:
Audioglobe
[MetalWave] Invia una email a Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Audioglobe
Code7 Distribution
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Code7 Distribution
Season of Mist Distribution
[MetalWave] Invia una email a Season of Mist Distribution [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Season of Mist Distribution

 

Agenzia di Promozione:
Nadir Promotion
[MetalWave] Invia una email a Nadir Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nadir Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nadir Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Nadir Promotion

 

Recensione

Dopo l’EP “Sloug Off” del 2009, per i milanesi The Red Coil è giunto il momento di passare alla prima vera pubblicazione su lunghe distanze, “LAM”.
Il disco non si propone come un estremo stravolgimento dei canoni stilistici dello Stoner Rock ma, anche dopo svariati ascolti, ci si rende conto di esserci trovati davanti ad un lavoro onestissimo, concepito in parte bene e in parte un po’ ingenuamente ma ciò che conta è che “LAM” ha lasciato il suo opportuno segno.
Dopo aver letto Sludge Stoner Rock effettivamente mi sarei aspettato qualcosa di piuttosto violento dai suoni pastosi e fangosi e invece, vuoi per un’infinità di fattori provenienti da ascolti e scelte musicali volute, i dieci brani contenuti in “LAM” sì strutturano seguendo solo in parte la proposta dello stoner ma approcciandosi in molti casi ad un più costruttivo Southern Metal, guarda caso i brani meglio riusciti del lotto quindi il contatto col mondo del metal si è verificato seguendo un po’ la falsa riga dei Black Label Society. Gli esempi più lampanti sono testimoniati da “The Desert's Crown” e “S.S.C” anche se quest’ultima, ovvero la traccia migliore del disco secondo il mio parere, suona particolarmente originale sfiorando il Groove Metal e lasciandosi andare con una coda sul tribale eccezionale.
La prima parte di “LAM” non brilla certo di originalità né particolari doti espressive, anzi mi è parsa noiosa e prolissa ma invece la seconda parte possiede i numeri per trasformare l’ascolto in un’esperienza grandiosa dimenticando (e ridicolizzando in larga misura) le prime tracce, come se i nostri si fossero improvvisamente svegliati. Ecco i brani citati poc’anzi ma anche la ottima “Narcotic Jail”, perfetta se suonata sopra un palco, la moderna “Barrio Alto” e la chiusura in “Beginning From Nowhere” dall’incipit fortemente blues e dalla progressione più stoner per un finale che stuzzica non poco chi ascolta.
Complessivamente “LAM” è un buon disco. Personalmente avrei cambiato l’ordine della track-list per una maggiore coesione di brani e per non far decollare l’ascolto dopo venti minuti ma sostanzialmente come debut è stato generato con tutti i crismi.

Track by Track
  1. Mahakala S.V.
  2. The Ones That Fall From Grace 50
  3. Eastern Smell Of Smoke 55
  4. Fuckin' Numb 60
  5. S.S.C. 80
  6. The Desert's Crown 75
  7. Narcotic Jail 80
  8. Daybreak 70
  9. Barrio Alto 70
  10. Beginning From Nowhere 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
67

 

Recensione di Carnival Creation » pubblicata il 02.04.2013. Articolo letto 1310 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.