The Magik Way «Dracula (25 Years Anniversary)» (2022)

The Magik Way «Dracula (25 Years Anniversary)» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Zolgia108 »

 

Recensione Pubblicata il:
20.07.2023

 

Visualizzazioni:
254

 

Band:
The Magik Way
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di The Magik Way [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di The Magik Way

 

Titolo:
Dracula (25 Years Anniversary)

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Nequam - reading, lead vocals, acoustic guitars;
Diabolic Obsession - bass, acoustic guitars;
Old Necromancer - electric guitars, solo guitars, sound effects;
Azàch - drums, timpano, noises

Special guests: female voices, percussions by Berkana (Black Witch);
piano, synths, samples by Matteo Cantaluppi

Artwork concept: by Nequam

 

Genere:
Ritualistic Occult Music

 

Durata:
36' 35"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
21.10.2022

 

Etichetta:
My Kingdom Music
[MetalWave] Invia una email a My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di My Kingdom Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Purtroppo non mi trovo in un teatro in un castello, e non sto nemmeno leggendo un libro o guardando un film, sto semplicemente seduto con le mie cuffie ad ascoltare un album, più e più volte, in diversi stati umorali, da assorto e da sognante, da concentrato e da calcolatore, tentando di crearmi uno spazio. Eppure non ci sono riuscito, non ho avuto modo di immergermi nel contorno e tutto quello che ho potuto, e che in fondo dovevo, fare è stato giudicare l'album. Datato, forse già all'epoca in cui è stato suonato, e penso che se non fosse stato per il contesto non avrebbe avuto nemmeno troppo senso di esistere.
Litanie martellanti e occulte, ripetitive? Wulf Zendik. Stile e concettualità? The Litanies of Satan, Diamanda Galás. In "Dracula" la ripetitività assume un carattere negativo, divenendo nella maggior parte dei casi noiosa e non in grado di rappresentare quello che, nella mia mente, è il concept. Ho notato spunti interessanti nella "Danza degli Zingari", un inno alla non vita eterna, un rito di sangue esotico. Poi cala la notte al cospetto del maestoso maniero, bella la descrizione del paesaggio intorno, gli alberi nudi, il fruscio del vento, ma non vivo alcuna suspense né ci sono colpi di scena, c'è solo il cancello, non sono invogliato ad entrare e non vengo neanche costretto, quasi quasi resto li, quasi quasi torno indietro. Proseguo forse per dovere di cronaca. "Demetrio" è un viaggio alla Juri Camisasca con molta meno poeticità, un viaggio interrotto. "Lucy" è quasi irrispettoso, probabilmente perché fin troppo legato al corrispettivo teatrale. Questa Lucy che "muore" mi infastidisce, mi imbarazza, di certo non mi terrorizza, non mi inorridisce, non mi fa pena, non mi dà gusto. È tutto sottotono, con "Finale" unico brano compiuto nell'intera opera, più standardizzato, vero, ma perlomeno mi ha tenuto incollato con un discreto interesse fino alla fine.
Nutro un forte rispetto per una band che ha portato un genere poco esplorato in Italia, e che col tempo ha saputo maturare e sviluppare le proprie idee, nutro anche forte rispetto per questo lavoro MA doveva, penso, rimanere circoscritto nella sua nicchia (che io non ho vissuto e che mai vivrò), e nella mia sacrosanta oggettività non ho voluto mentire a me stesso. Questa restaurazione è un atto di generosità e di di amore verso i fan, ed è un gesto onorevole. Personalmente, da esterno, preferisco dimenticarmene.

Track by Track
  1. Manicomio di Carfax 45
  2. Danza degli Zingari 60
  3. Castel Dracula 45
  4. Vampire 45
  5. Demetrio 45
  6. Lucy 40
  7. Il Diario di Mina 45
  8. Van Helsing 55
  9. Tema D'Amore 45
  10. Finale 60
  11. Van Helsing (MMXXII) 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 40
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 55
  • Tecnica: 60
Giudizio Finale
52

 

Recensione di Zolgia108 » pubblicata il 20.07.2023. Articolo letto 254 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.