GERDA: il nuovo album ''Black Queer''

GERDA: il nuovo album ''Black Queer'' Gli italiani GERDA si sono fatti un nome come band di prima qualità noise / shoegaze / post-all. Ogni album è una lastra opprimente di musica frenetica, emotiva e oscura, costruendo in qualche modo la struttura di band come Neurosis e Drive Like Jehu, tra gli altri. Tornano quest'anno con una nuova uscita dal titolo "Black Queer", che espande le fondamenta stabilite con le versioni precedenti. Ognuna delle canzoni è ossessionante e unica nelle loro espressioni e resta impressa nella mente molto tempo dopo che l'album è finito.

Dicono i GERDA:

"Black Queer" è il nostro quinto album, registrato e prodotto da noi stessi e consegnatovi grazie a 4 etichette diy italiane.
È un altro passo nella nostra ricerca del caos e del suono noise. Il nostro linguaggio musicale è identificato dalla sovrapposizione permanente di diverse idee ritmiche, armoniche, liriche e sonore, non sappiamo mai prima quale sarà la sintesi di questi elementi. Il nostro suono è una forma di vita non il prodotto di una fabbrica. La composizione per noi rilascia immagini naturali ed eterogenee, quindi aiutandole a sopravvivere del tutto nello stesso spazio musicale, all'interno dello stesso pentagramma, all'interno dello stesso metronomo, all'interno della stessa metafora.
Ok, esistono generi, e c'è un'intera attrezzatura stilistica che inevitabilmente si incontra e si utilizza o si sceglie inevitabilmente, ma in ogni caso non si può sfuggirle. Sappiamo che è una tradizione.
Ora, chi ascolta la nostra musica ha probabilmente già ascoltato un sacco di punk, hc, post punk, noise, post rock, post hc, rock and roll, garage, kraut, psichedelia, metal, drone, musica elettronica isolazionista, industriale , techno. Proprio come noi. Cosa rimane di tutto ciò in "Black Queer"?
Basta, speriamo, di mantenere un dialogo tra noi e la tradizione a cui sentiamo di appartenere, e allo stesso tempo sappiamo che è una registrazione unica. Dedicato apertamente a Francesco Vilotta, musicista e ricercatore dell'assoluto. È un omaggio e un invito a sbattere la propria diversità in faccia invece di nascondere il proprio essere opposto ".

Di seguito tracklist e line up:
Tracklist:

1. Jeg kjorer inn i tunellen
2. Lulea, TX
3. Mare
4. Terzo regno
5. Notte
6. Hafenklang
7. Figlia
8. Theme

Line-up:

Alessandro Turcio
Alessio Compagnucci
Andrea Pasqualini
Roberto Vilotta

 

Inserita da: Wolverine il 29.11.2018 - Letture: 51

Articoli Correlati

Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.

Altre News di MetalWave