Superhorror «Devilish Whisper» (2023)

Superhorror «Devilish Whisper» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
24.02.2024

 

Visualizzazioni:
314

 

Band:
Superhorror
[MetalWave] Invia una email a Superhorror [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Superhorror [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Superhorror

 

Titolo:
Devilish Whisper

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Edward J. Freak :: Vocals;
- Didi Bukz :: Guitar;
- Jimi :: Guitar;
- Vale :: Bass;
- Franky Voltage :: Drums;

 

Genere:
Horror rock / Hard rock

 

Durata:
39' 12"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
28.04.2023

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Atomic Stuff
[MetalWave] Invia una email a Atomic Stuff [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Atomic Stuff

 

Recensione

Qualcuno prima o poi se lo immaginava e alla fine sembrerebbe essere andata così in casa dei Superhorror; in che modo? Semplicemente nel fatto che dopo venti anni di onorata carriera la band ha deciso di tirare in barca i remi e ritirarsi! Il tutto naturalmente non prima di lasciare ai posteri il nuovo “Devilish Whisper” ovvero dieci tracce di sleazy rock’n’roll tutte degnamente dirette tra ritmiche spinte e distorti a manetta immancabilmente pregne di melodici, al limite dell’orecchiabilità, con l’effetto divertimento garantito….soprattutto in un contesto live. Ed in effetti quello che delinea i contenuti di questo disco è l’effetto magia soprattutto in un contesto live anche perché sentire brani come “Holy Water” in stereo è veramente un peccato. Che dire poi di brani come “The Superhorror Show” un folle rock’ n’ blues tirato dinamico cantato con un classico clean dall’impostazione rabbiosa come sempre ma con l’effetto meraviglia. Molto stradaiolo l’horror rock di “The Z Word” che poi scivola in favore di un parallelo più sdolcinato sull’amore con “ Dead Girld Are Good” non ballad ma l’intenso amarsi a suon di hard rock! Splendide le iniziative anche di “Satan Loves You” un classico ormai per la band fare certi richiami; segue poi “Church Of I.D.G.A.F.”, brano a manetta che richiama un po’ tutti i culti religiosi, satanici naturalmente, e la finale e conclusiva “Back To The Graveyard”, altro brano incentrato su alternanze sonore degne di veri maestri del genere che segna una specie di addio oppure un arrivederci? Al momento nessuno lo sa ma sappiamo solamente che questa band è stata straordinaria nel corso della propria carriera con l’unica pecca di non aver avuto puntati i riflettori come dovuto. Grazie ragazzi!

Track by Track
  1. Devilish Whisper 70
  2. The Superhorror Show 70
  3. Holy Water 75
  4. Memento Party 80
  5. The Z Word 80
  6. Theme 666 (feat. Casey - Brokendolls) S.V.
  7. Dead Girls Are Good 80
  8. Satan Loves You 75
  9. Church Of I.D.G.A.F. (feat. Jack - Speed Stroke) 75
  10. Back To The Graveyard (feat. MR.4) 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
77

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 24.02.2024. Articolo letto 314 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.