Hyndaco «Starship Tubbies» (2022)

Hyndaco «Starship Tubbies» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
19.11.2022

 

Visualizzazioni:
648

 

Band:
Hyndaco
[MetalWave] Invia una email a Hyndaco [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Hyndaco [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Hyndaco

 

Titolo:
Starship Tubbies

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Beppe Gravina :: batteria;
- Lorenzo Ricci :: basso;
- Francesco Lucchi :: chitarra;
- Andrea Ugolini :: tastiere, synth;
- Lorenzo Vitali :: voce;

 

Genere:
Alternative / Psychedelic Rock

 

Durata:
16' 39"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
07.10.2022

 

Etichetta:
Overdub Recordings
[MetalWave] Invia una email a Overdub Recordings [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Overdub Recordings [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Overdub Recordings [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Overdub Recordings [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Overdub Recordings

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Soundsrock Agency
[MetalWave] Invia una email a Soundsrock Agency

 

Recensione

Traendo ispirazione dalla scena australiana dei Pond e dei Tame Impala, unificata all’inarrivabile estro della scena europea con i più noti Pink Floyd, l’alternative rock band degli Hyndaco, rilascia questo primissimo Ep a base di musica rock psichedelica alternative anni 60/70 offrendo parallelamente uno scenario onirico e in continua evoluzione forte del buon apparato musicale che lo caratterizza. La band offre attraverso le proprie ritmiche e sonorità una realtà sempre coinvolgente tra l’ottimo lavoro del synth e delle chitarre che sfocia di tanto in tanto in mood a base di post rock, grunge e pop. Il clean vocale, tipicizzato anche all’epoca che ispira il sound della band, è assai dinamico e divertente, sempre in piena espressività ed armonia. Le cinque tracce del loro “Starship Tubbies” sono in sostanza un po’ tutto questo. La spumeggiante apertura di “Rosalipstick” rileva sin da subito lo spirito di questa band, un po’ fuori dal comune se vogliamo ma a proprio completo agio; l’apparente quanto oscura “Atlantika” si cimenta in un contesto quasi sinfonico ma pur sempre offre una moderata esecuzione di piacevole fattura sino a giungere poi a “Lubber” e a “Starship Tubbies” altre due realtà pregno di psichedelica. In ogni caso, questo approccio degli Hyndaco ci piace e ci introduce con le proprie stravaganti ritmiche in un mondo tutto colorato e ricco di fantasia.

Track by Track
  1. Rosalipstick 80
  2. Atlantika 80
  3. Lubber 75
  4. Starship Tubbies 80
  5. Foxtrot 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
78

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 19.11.2022. Articolo letto 648 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.