HUMULUS: il nuovo album ''Flowers Of Death''

HUMULUS: il nuovo album ''Flowers Of Death'' Il primo settembre 2023 è uscito il quarto album in studio degli HUMULUS.
Flowers Of Death segna un punto di svolta nella carriera della band. Si tratta del primo lavoro con Thomas Mascheroni alla chitarra e voce e, rispetto ai lavori precedenti, c’è stato un approccio differente al suono e alla composizione. Le eterogenee influenze del trio emergono in maniera fluida dai sette nuovi brani, intrecciandosi in maniera compatta: in “Black Water” e “Secret Room” abbondano i riff Stoner, tipici del loro primo periodo; in “Buried by Tree” emergono sonorità Prog; “Shimmer Haze” e “Flowers Of Death” hanno tendenze Punk/Garage; “Seventh Sun” e ”Operating Manual For Spaceship Earth” sono due cavalcate psichedeliche, rimando alla parte più sognante del suono Humulus. Il disco è frutto di ore di jam session in sala prove, durante le quali la band ha trovato la nuova coesione, che si manifesta in diverse direzioni stilistiche. Per la prima volta nella storia del gruppo, c’è stata una collaborazione nella stesura dei brani.
Stefan Koglek dei Colour Haze è stato la preziosa guida esterna e ha anche suonato la chitarra in assolo nel singolo “Seventh Sun”.

LA BAND
HUMULUS è un trio Psych Stoner proveniente dalle città di Brescia e Bergamo. Si formarono nel 2009 e l’omonimo debutto discografico fu pubblicato da Go Down Records a dicembre 2012. Il loro sound era ispirato a band come Karma To Burn, Orange Goblin e Kyuss. Dopo l’uscita del disco, la band iniziò subito a girare in Italia e Spagna, fino all’inverno 2014 quando il cantante chitarrista Cristiano Benicchio lasciò la band.
Nello stesso anno la band, insieme al birrificio indipendente ELAV di Bergamo, produsse con orgoglio la propria birra Black Stoner IPA.
Nella primavera del 2015, il cantante chitarrista Andrea Bellicini (ex Van Cleef Continental) si unì al gruppo, contribuendo all’evoluzione verso uno stile più psichedelico e dinamico, allargando le influenze anche al di fuori del genere puramente Stoner. Dopo pochi mesi di prove autoprodussero Electric Walrus EP, contenente tre canzoni più strutturate rispetto al passato, con melodie elaborate e riscaldate dalla voce blues del nuovo frontman. La band continuò a scrivere canzoni, andare in tour e partecipare ai primi festival come il Keep It Low Festival, Somenfest e Burn The Witch Festival.
A primavera 2017 uscì il secondo album in studio Reverently Heading Into Nowhere in edizione vinile per la label tedesca Kozmik Artifactz e su CD per la genovese Taxi Driver Records. Seguirono tre anni di tour europeo e partecipazioni a festival come Freak Valley Festival, Up In Smoke, Duna Jam, Dome of Rock, Tabernas e molti altri.
Nell’estate 2019 la band annunciò il terzo full-length The Deep, rilasciato da Kozmik Artifactz a febbraio 2020. Il sound del disco è decisamente psichedelico e atmosferico, in particolare nei due lunghi brani di apertura e chiusura. Non mancano comunque i riff Stoner Doom, che sono il DNA di Humulus. Il tour promozionale fu drasticamente ridimensionato a causa della pandemia. Riuscirono comunque a esibirsi al Desertfest 2021 in Belgio e al Lake On Fire 2022 in Austria.
A novembre 2022 Andrea Bellicini lasciò la band. I membri storici Giorgio Bonacorsi e Massimiliano Boventi non mollarono e un mese più tardi Thomas Mascheroni (Thomas Greenwood and the Talismans) si unì al gruppo. Le lunghe sessioni di improvvisazione in sala prove sono state fondamentali per trovare il nuovo equilibrio molto in fretta. Così sono nate le sette canzoni incluse nel quarto album degli Humulus, Flowers Of Death, che vede la partecipazione di Stefan Koglek dei Colour Haze alla chitarra, nel brano “Seventh Sun”. È uscito il 1 settembre 2023 su vinile per Kozmik Artifactz e in digitale. L’edizione CD è in uscita a novembre 2023 via Go Down Record.

TRACCE
1. Black Water
2. Secret Room
3. Shimmer Haze
4. Buried by Tree
5. Seventh Sun
6. Flowers Of Death
7. Operating Manual For Spaceship Earth

FORMAZIONE
Thomas Masheroni | chitarra, voce
Giorgio Bonacorsi | basso
Massimiliano Boventi | batteria

MUSICISTI OSPITI
Stefan Koglek (Colour Haze) | chitarra in “Seventh Sun”
Elia Piana | tastiere, synth

CREDITI
Musica di Humulus.
Prodotto da Humulus in collaborazione con Stefan Koglek.
Registrato, mixato e masterizzato da Giovanni Bottoglia al IndieBox Music Hall di Brescia

ETICHETTA: Go Down Records
USCITA: 10 novembre 2023
GENERI: Stoner Rock, Psychedelic Rock, Space Rock
SOUNDS LIKE: Colour Haze, My Sleeping Karma,
Black Angels, Black Mountain, All Them Witches
FORMATO: jewel CD
CATALOGO: GOD177
EAN: 742725444660

 

Inserita da: Jerico il 10.10.2023 - Letture: 439

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.

Altre News di MetalWave