Intervista: Dimitry

Nessuna Descrizione Spesso, i dischi solisti (specie se di chitarristi) risultano improntati più sulla tecnica che sull'emozione e l'espressività e quello che mi ha colpito di Dimitry è che, per certi versi, è andato controcorrente puntando molto sulle melodie e sul feeling senza tralasciare una tecnica eccellente. Dimitry, chitarrista degli Arcadia nonchè autore dell'ottimo "Evolution" (di cui trovate la recensione sul nostro portale), ci parla un pò della sua carriera, dei suoi lavori e di cosa si aspetta dal futuro. Sentiamo cosa ha da dire ai lettori di Metalwave...

 

Ciao Dimitry! Bentornato su Metalwave! Perchè non ci parli un po’ di te e della tua storia di chitarrista?

Dimitry :: Ho iniziato a suonare la chitarra a 13 anni come autodidatta e a strimpellare con alcune bands della scuola. Nel 1996 ho messo in piedi il progetto Arcadia, a 18 ho incominciato a prendere lezioni seriamente da un insegnante molto quotato nella mia città e nel 2001 mi sono iscritto al CPM di Milano, sotto la guida di grandi insegnanti come Donato Begotti, Massimo Colombo e Diego Michelon. Nello stesso periodo è uscito il primo album ufficiale degli Arcadia, “Synth”. Nel 2004 mi diplomo a pieni voti e subito dopo la registrazione del secondo album degli Arcadia, “Fracture Concrete”, parto per gli USA per ben tre volte in tour sempre con gli Arcadia. Nel 2007 esce “Cold Cold Bodies” degli Arcadia, seguito da ben cinque tour Europei. Finalmente, nel Settembre 2008, esce il mio primo disco “Evolution”, un progetto al quale lavoravo già da due anni, ma che non avevo avuto il tempo di concretizzare a causa di troppi impegni con gli Arcadia e come insegnante di chitarra rock.

Ho molto apprezzato il tuo mini-cd "Evolution", che mostra una notevole padronanza dello strumento, ma che non sfocia nel "classico" esercizio tecnico presente (purtroppo) in molti dischi solisti. Come sono nate le canzoni?

Dimitry :: Grazie mille, sono contento ti sia piaciuto. Le canzoni sono nate in maniera molto spontanea. Ho lavorato nel mio studio casalingo e ho registrato i primi demo da solo, a questa fase è seguita poi la seconda stesura e poi una terza durante la quale mi sono solo ed esclusivamente dedicato alla cura dei dettagli e degli arrangiamenti degli altri strumenti. A questo punto è stato il momento di cercare i musicisti adatti alla registrazione e li ho trovati in vecchie conoscenze. Dopo aver dato i demo agli strumentisti è stata la volta dello studio. Il disco è stato registrato, mixato e masterizzato presso lo studio A (studio degli Arcadia).

Ho letto nella tua biografia che nel corso dei tuoi studi ti sei dedicato anche al jazz. Lo studio di questo genere ha influenzato il tuo modo e il tuo approccio di stesura e scrittura dei pezzi?

Dimitry :: E’ inevitabile che se studi un genere musicale e che tu lo faccia tuo, esso diventi parte delle tue influenze. Detto questo, non penso che “Evolution” sia un disco jazz oriented o comunque influenzato dal jazz in maniera marcata.

Al di là dei brani, secondo me molto ben strutturati ed arrangiati, l'altro aspetto che mi ha colpito è sicuramente il sound. Quale è la tua strumentazione?

Dimitry :: Allora, per quanto riguarda la strumentazione chitarristica, ti posso dire che sono fiero di essere appena diventato Peavey endorser. Ho sempre usato amplificatori Peavey e mi sono sempre trovato alla grande fin da ragazzino. Attualmente sono endorser della testata JSX, per capirci meglio, la Satriani. Come chitarre per il disco ho usato un Ibanez Universe e una Schecter 7 corde modificata e attiva. Per quanto riguarda l’effettistica, ho usato un Rocktron Intellifex, una macchina un po’ old-fashioned e proprio per questo molto, molto personale nel suono

Nella recensione ho azzardato, tra alcune tue influenze, i nomi di Lucassen (in primis),Vai e i primi lavori di Malmsteen (in alcuni punti). Quali sono i chitarristi che ti hanno fatto innamorare del tuo strumento?

Dimitry :: Beh, da piccolo sicuramente Brian May e Eddie Van Halen. Poi ho scoperto Vai, Satriani, Greg Howe, Steve Ray Vaughan e molti altri.

C'è un brano tra i cinque facenti parte "Evolution" a cui, vuoi per il lavoro di composizione, vuoi per lo stile, sei più legato?

Dimitry :: Sicuramente “Gray”. Mi ricordo ancora il giorno in cui è venuto fuori, tutto in quattro ore di un grigio pomeriggio di fine Agosto. Non so cosa sia successo nel mentre, ma ad un certo punto mi sono accorto che avevo appena scritto il primo pezzo di quello che sarebbe stato il mio primo disco. Strano ma vero...

Parliamo dell'aspetto promozionale. Hai intenzione di intraprendere un tour per promuovere il tuo lavoro o ti limiterai alle uscite discografiche? Eventualmente come ti organizzeresti per la line-up in sede live?

Dimitry :: Sicuramente ci sarà un tour, ma non sono ancora sicuro di quando inizierà quest’ultimo, sto valutando alcune possibilità proprio in questi giorni. Per quanto riguarda i live, sicuramente mi avvarrò di “session” players.

Progetti per il futuro? A quando il primo full-lenght?

Dimitry :: Sicuramente nel corso del 2009, tutto dipende da quanto sarò impegnato nella promozione di questo disco, sia per il mercato italiano, che per quello estero e per il prossimo disco degli Arcadia che stiamo scrivendo proprio in questo periodo.

Per quanto riguarda l'underground metal italiano (e non), quali sono i gruppi ed in particolare i chitarristi che preferisci?

Dimitry :: Tra le band che amo di piu’ e che stimo come persone sicuramente bands come: Glacial Fear, Zora, Land Of Hate, Uranium 235. Come chitarristi sicuramente il mio ex insegnante Donato Begotti e chitarristi come Cesareo, William Stravato, Alessandro Benvenuti e Maurizio Colonna.

Ringraziandoti per la disponibilità ed augurandoti il meglio per il futuro, ti saluto lasciandoti carta bianca! A te la parola!

Dimitry :: Grazie a voi di Metal Wave e grazie per supportare gli Artisti indipendenti. A tutti coloro che fossero interessati all’acquisto del mio primo disco “Evolution”, ricordo che possono trovarlo in download su http://www.i-tunes.com e in acquisto sia “fisico che digitale” su http://www.cdbaby.com. Supportate gli artisti, comprate i dischi!

Intervista di NeOz Articolo letto 1327 volte.

 


Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.