Total Recall «Always Together» (2021)

Total Recall «Always Together» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Bata »

 

Recensione Pubblicata il:
04.04.2022

 

Visualizzazioni:
446

 

Band:
Total Recall
[MetalWave] Invia una email a Total Recall [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Total Recall [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Total Recall [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Total Recall [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Total Recall

 

Titolo:
Always Together

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Andrea "Ronda" Rondanini, voce
Stefano "Stef" Anderloni, chitarra
Stefano "Bleed" Bigoni, chitarra
Luca "Pigo" De Simone, basso
Daniele "Danny" Calleri, batteria

 

Genere:
Hardcore

 

Durata:
35' 12"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
16.07.2021

 

Etichetta:
1054 Records
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di 1054 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di 1054 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di 1054 Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
PressThis! Music PR
[MetalWave] Invia una email a PressThis! Music PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di PressThis! Music PR

 

Recensione

Ancora una recensione hardcore, di quello tosto e italiano con i milanesi Total Recall, ormai da anni sulla; band i cui componenti hanno alle spalle militanza in vari gruppi come
K-Again, Traces Of You, Embrace Destruction e Rise Above Dead. I cinque, a quanto si legge, sono amici da anni e questo li ha portati ad unirsi in memoria di Massimo Bianchi, loro amico nella vita di tutti i giorni e non solo musicale.
Il loro hardcore? Mischiato al metal…bello pesante..diretto.. compatto. Un hardcore sorretto da una sezione ritmica bella possente, e linee vocali cattive, brutali.
I pezzi nel loro primo album sono 9 e si snodano tutte su queste coordinate.
Forse potremmo dire che alcune tracce hanno un sapore quasi…di scuola Slayer che si mischia con l’hardcore…vedi “Zeitgeist paradise”, altre più rallentante, quasi a toccare territori sludge (spero di non bestemmiare (vedi “Thirst of blood” e “Seas of illusions”).
Invece il pezzo scelto come singolo, “Poison flow”, è il pezzo… più… sentimentale.
Fa un po da spartiacque con pezzi con influenze nu-metal (“Never again”) e più classicamente hardcore.
Che dire, un album davvero spettacolare che penso possa abbracciare i gusti sia metal che hardcore, soprattutto gli amanti della seconda ondata, quella con influenze metalliche. Una palla infuocata che tutto travolge, che ti lascia senza fiato, sanguinante ma soddisfatto!!

Track by Track
  1. Thirst For Blood 75
  2. Zeitgeist Paradise 75
  3. Shrine Of Pain 75
  4. Seas Of Illusion 75
  5. Poison Flow 80
  6. Never Again 75
  7. Always Together 75
  8. Knife Cut Brain 75
  9. Emptiness Disgrace 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
75

 

Recensione di Bata » pubblicata il 04.04.2022. Articolo letto 446 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.