Noircure «Kyrie» (2022)

Noircure «Kyrie» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
30.01.2022

 

Visualizzazioni:
362

 

Band:
Noircure
[MetalWave] Invia una email a Noircure [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Noircure

 

Titolo:
Kyrie

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Raffaele Galasso :: All instruments;

 

Genere:
Blackgaze / Atmospheric Black Metal

 

Durata:
50' 2"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
18.02.2022

 

Etichetta:
Avantgarde Music
[MetalWave] Invia una email a Avantgarde Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Avantgarde Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Avantgarde Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Avantgarde Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Avantgarde Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Avantgarde Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Avantgarde Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Il polistrumentista pugliese Raffaele Galasso, forte di anni di esperienza musicale alle spalle, presenta questo suo nuovo personale progetto chiamato Noircure, rilasciando il proprio contributo al genere blackgaze con sette nuovissime tracce racchiuse in “Kyrie” e all’interno delle quali, lo stesso, racchiude la propria passione per il black metal unificato alle sonorità shoegaze e new wave. Il progetto, pur vedendo la luce solamente lo scorso 2021, rappresenta un punto di importa focale per la maturità compositiva dell’autore tenuto anche conto che nel corso delle registrazioni del disco si è avvalso solamente di sonorità naturali limitando al massimo l’uso degli effetti. L’ascolto in effetti offre un quadro prettamente oscuro all’interno del quale le sonorità si alternano tra ritmiche pulite e nitide alternate con qualche distorto e con tantissimi passaggi acustici che accompagnano l’ascoltatore nel corso di questo cammino sospeso tra reale e irreale. Lo stesso scream dell’autore è riprova della propria personale proiezione all’interno delle ambientazioni e degli scenari proposti in uno scenario che spazia tra un’arida desolazione sino a momenti maggiormente appaganti come nel caso della stessa “Kyrie”, un brano particolarmente profondo dove l’autore propone un clean quasi angelico; tra i brani ricordiamo anche l’opener “Brumous” ma anche l’ipnotica ma particolarmente accelerata “Mirifical” e la conclusiva “Endora”, brano profondo e diabolico per l’oscuro clima. Kyrie piace e dà indiscussa prova della maturazione dell’autore nell’esternare le passioni a cavallo di un genere che pare mai avere limitazioni nella sua interpretazione.

Track by Track
  1. Brumous 70
  2. Rovi 70
  3. Kyrie 80
  4. Mirifical 75
  5. Petrichor 75
  6. Halcyon 75
  7. Endora 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
75

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 30.01.2022. Articolo letto 362 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.