Mothman and The Thunderbirds «Into the Hollow» (2021)

Mothman And The Thunderbirds «Into The Hollow» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
12.12.2021

 

Visualizzazioni:
590

 

Band:
Mothman and The Thunderbirds
[MetalWave] Invia una email a Mothman and The Thunderbirds [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Mothman and The Thunderbirds [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Mothman and The Thunderbirds [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Mothman and The Thunderbirds [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Mothman and The Thunderbirds

 

Titolo:
Into the Hollow

 

Nazione:
U.s.a.

 

Formazione:
Membri band:
- Alex Parkinson :: chitarra, basso, voce;

Special guest:
- Jason Roberts – voce su Infinite Ocean
- Kirby :: voce su The Simpsons Real Footage;
- Sam Parkinson :: chitarra su Agarthan Riders;
- Joe Sobieski :: voce su Cloud Giant;

 

Genere:
Sludge / Stoner Metal / Prog

 

Durata:
48' 20"

 

Formato:
Vinile 12"

 

Data di Uscita:
21.05.2021

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Particolare è questo debutto della one man band americana Mothman And The Thunderbirds che incentra tutto il proprio potenziale in una miscela inedita, aggiungerei, che vede in prevalenza stoner e sludge metal in un assetto completamente cupo. Ed in effetti lo stesso autore Alex Parkinson, che tra l’altro in alcune interviste rilasciate cita non a caso i Mastodon per quanto concerne l’ispirazione allo sludge, rileva un quadro composito assai ghiotto di contenuti. Forte di un cantato in continua mutazione tra clean amabile e allo stesso tempo rabbioso, e della collaborazione di alcune guest, anche femminili, che hanno curato alcune parti sia cantate che ritmiche oltre che lead solo etc, gli undici brani rievocano anche un qualcosa che si ricollega, per quanto attiene all’impostazione del metal, agli anni ’90. Ritmicamente l’intero album è assai distruttivo soprattutto per i timpani, tenuto conto della compattezza e dei suoni rivelandosi, nella sua seconda parte, assumere invero toni di matrice più sperimentale. Ottime “Nomad” e “Indrid Cold”, due brani coesi e diversificati soprattutto nel loro concept; “Infinite Ocean” pare avere in se anche qualche passaggio più prog addirittura che incetra i suoi contenuti in variazioni sonore di particolarissimo assetto. “The Simpson” vede il clean femminile di Kirby che si alterna al cattivo Alex ma di per sé il brano pare essere una macchina inarrestabile di hard rock che in definitiva appare quasi inedito rispetto a quanto sin ora ascoltato; altro brano particolare è “Cloud Giant” per alcuni richiami elettronici sperimentali, mentre “Roko’s Basilisk” ripropone qual clima oscuro dove sludge e stoner si danno battaglia per forgiare uno genere inedito. Il concept ha indubbiamente dei contenuti particolari che fanno plauso al proprio autore ma che in definitiva non lasciano ben comprendere dove andare a mirare mettendo così rischiando di far sì che l’ascoltatore possa facilmente perdersi nei meandri di un genere che, seppur in costante evoluzione, non sembra pienamente identificabile.

Track by Track
  1. Mothman Takes Flight 75
  2. Hollow Earth 80
  3. Nomad 70
  4. Indrid Cold 70
  5. Infinite Ocean 70
  6. The Simpsons = Real Footage 65
  7. Agarthan Riders 70
  8. Cloud Giant 70
  9. Squonk S.V.
  10. Roko’s Basilisk 80
  11. Hollow Sun 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
72

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 12.12.2021. Articolo letto 590 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.