Crohm «Paindemic» (2021)

Crohm «Paindemic» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
06.12.2021

 

Visualizzazioni:
291

 

Band:
Crohm
[MetalWave] Invia una email a Crohm [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Crohm [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Crohm

 

Titolo:
Paindemic

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Sergio Fiorani :: voce;
- Claudio Zanchetta :: chitarra, voce;
- Riccardo Taraglio :: basso, voce;
- Fabio Cannatà :: batteria;
- Flavia Simonetti :: violino;

 

Genere:
Heavy Metal

 

Durata:
1h 12' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
05.11.2021

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Nee-Cee Agency
[MetalWave] Invia una email a Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Nee-Cee Agency

 

Recensione

Dopo l’uscita di “Failure The Sistem” risalente allo scorso 2020, gli inarrestabili valdostani Crohm rilasciano un inedito e autoprodotto disco live intitolato “Paindemic”, un lavoro che in sostanza esprimere il proprio stato interiore di evidente sofferenza dovuto alle forzate limitazioni imposte dalla pandemia. La particolarità di questo live, al di là della discreta riuscita generale, ricade sul fatto che il live è stato registrato in concomitanza del Les Hard Griots, un evento che ha riunito in sostanza vari artisti e poeti al punto da affiancare la band anche al rapper Fabio Rean e ad Andrea Di Renzo per dar vita ad un inedito brano intitolato “Post Fata Resurgo” abbastanza distaccato dai caratteristici canoni heavy metal della band. In ogni caso il contesto creato dal live ha avuto un certo eco tenuto conto che è stato seguito anche in streaming da diverse migliaia di spettatori su tutto il globo, circa settemila quattrocento; la forza del live risulta compatta e d’effetto anche grazie all’estremo e coeso lavoro della band che si è avvalsa di qualche guest tra cui la violinista Flavia Simonetti per diversi brani tra cui “Until You Disappear”, “Deep Blue” e ancora “Mountanis”, deliziando al meglio con le proprie note la tematica della serata. Non sono ovviamente mancate le cariche più esplosive della band con “Restart” e “Ride The Storm”, dando sempre dimostrazione della propria inarrestabile forza e convinzione. Un’ora di ascolto abbondante, accompagnata da ben quattordici brani e da numerose presenze riunitesi per l’evento che ha dato luogo a “Paindemic” in cui i Crohm non hanno smesso di sorprenderci, tra cultura, magia, e tanta espressività.

Track by Track
  1. Eternal Peace 70
  2. Castles Of Sand 75
  3. The Dark Side 70
  4. Deep Blue 75
  5. Restart 70
  6. Insatiable (Acoustic Version) 70
  7. Ride The Storm 75
  8. The Wash-Sin Machine 75
  9. Failure In The System 70
  10. Post Fata Resurgo 75
  11. Run For Your Life 70
  12. Mountains 70
  13. Fire And Ice 70
  14. Until You Disappear 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
72

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 06.12.2021. Articolo letto 291 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.