Stolen Kidneys «Maailma loppuu» (2021)

Stolen Kidneys «Maailma Loppuu» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
01.11.2021

 

Visualizzazioni:
262

 

Band:
Stolen Kidneys
[MetalWave] Invia una email a Stolen Kidneys [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Stolen Kidneys [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Stolen Kidneys

 

Titolo:
Maailma loppuu

 

Nazione:
Finlandia

 

Formazione:
- Antti Henttonen :: Drums;
- Christopher Livingstone :: Vocals;
- Jari Montonen :: Guitar;
- Heikki Raudaskoski :: Bass;

 

Genere:
Noisy / Dissonant Hardcore / Noiserock

 

Durata:
43' 14"

 

Formato:
Vinile 12"

 

Data di Uscita:
06.08.2021

 

Etichetta:
Drown Within Records
[MetalWave] Invia una email a Drown Within Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Drown Within Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Drown Within Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Drown Within Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Kairos Promotion
[MetalWave] Invia una email a Kairos Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Kairos Promotion

 

Recensione

Piuttosto catastrofista questo secondo album dei finlandesi Stolen Kidenys intitolato “Maailma Loppuu” in lingua madre, “il mondo sta finendo”, non che abbiano tutti i torti, ma effettivamente la band risente non poco dell’effetto pandemico che ci ha accompagnato negli ultimi due anni e sputa con tutte le proprie forze tra noise, hardcore, industrial, post noise e, chi più ne ha più ne metta, la propria rabbia. Indubbiamente il sound che accompagna queste otto tracce, della durata complessiva di quasi tre quarti d’ora, è piuttosto molesto, se consideriamo le influenze ad opera di Neurosis, Slint e via discorrendo sia per il sound che per gli immancabili distorti assai violenti e brutali. Stilisticamente il disco presenta un livello superiore rispetto al debutto di “Ruin” sia come concept ma soprattutto per la creatività e l’estro profuso nell’intero lavoro che, come detto, non tarda ovviamente ad emergere sin dalle primissime isteriche note noise di “Ovi Sulkeutuu” che vanno a dirottarsi in favore di un metal assai più estremo con la creativa “Tunturi” e con “Ei Kesta”, brano questo suddiviso in due catastrofiche realtà musicali quasi da brivido, pronte poi a congedarci con la conclusiva miscela di sludge e doom insita in “Maailmanloppu” in cui la band artisticamente e soprattutto nell’ambito dello scream raggiunge la propria massima espressività. Musica conflittuale ricca di oppressione e delirio soffocante ma parimenti elegante ed unica nel proprio genere.

Track by Track
  1. Ovi Sulkeutuu 80
  2. Aika Parantaa Kaikki Havaat 75
  3. Tunturi 75
  4. Taakka 75
  5. Missa Maa On Vapaa 80
  6. Ei Kesta 75
  7. Ei Kesta + Maailmanloppu 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
76

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 01.11.2021. Articolo letto 262 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.