Whatafuck «Stronger than God» (2021)

Whatafuck «Stronger Than God» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
23.10.2021

 

Visualizzazioni:
218

 

Band:
Whatafuck
[MetalWave] Invia una email a Whatafuck [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Whatafuck

 

Titolo:
Stronger than God

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Davide Giorgi :: All Instruments

 

Genere:
Alternative Metal

 

Durata:
30' 50"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
27.03.2021

 

Etichetta:
GhostLabel Record
[MetalWave] Invia una email a GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di GhostLabel Record

 

Distribuzione:
CrashsoundDIstribution
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di CrashsoundDIstribution [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di CrashsoundDIstribution

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Whatafuck è un progetto one man band di Davide Giorgi da Trieste, e consiste in un groove metal spesso melodico, dalla ritmica non troppo complessa, e che per l’immediatezza lambisce il nu metal, senza quasi mai rappare se si eccettuano brani come “Perfect soul”. Il tutto per 8 brani più intro spalmati in quasi 31 minuti di musica.
L’approccio di Davide in “Stronger than god” fortunatamente rifugge le eccessive raffinatezze metalcore/alternative e tenta la carta del groove/nu metal vecchio stampo, tipo certe sonorità di fine anni 90, con una qualità sonora un po’ che suona vecchia, ma comunque autentica e per questo apprezzabile in quanto contrapposta ai fronzoli dei (pochissimi) gruppi che ancora si cimentano in questo genere. Tuttavia, per quanto Davide ce la mette tutta e mostra attitudine, “Stronger than god” va poco oltre per via di una manciata di brani apprezzabili, ma anche con poca personalità, che si traduce in una serie di brani invero pregevoli anche se con qualche luogo comune compositivo, ma che non aggiungono niente di nuovo a quanto già detto in passato. Poi certo, c’è la bella idea sulle linee vocali e il buon ritornello di “My body”, o “Watch me” che suona tipo Korn, passando per la già nominata “Perfect soul” che presenta alcune variazioni come un blast beat iniziale e una maggiore influenza hardcore, ma c’è anche spazio purtroppo per brani anonimi e dal feeling di già sentito come “Down the cross”, o una “Fuck” col ritornello banalotto. Ne risulta un disco gradevole e apprezzabile, ma che comunque ha come punto a sfavore il fatto di essere un altro disco che cerca di rivitalizzare un genere come il nu metal e derivati, ma finisce per essere più che altro una rilettura di quanto già detto da altri in passato, per un risultato tanto apprezzabile quanto anche poco personale.
Dalla parte dei Whatafuck resta comunque il fatto che perlomeno Davide Giorgi ci prova, e ogni tanto ci riesce a tirar su qualche buon brano, ma personalmente trovo che una maggior personalità è richiesta legittima. Disco interessante più che altro per i fan di questo genere.

Track by Track
  1. Intro S.V.
  2. Stronger than god 65
  3. El sonido del mal 65
  4. My body 70
  5. Watch me 70
  6. Down the cross 55
  7. Perfect soul 65
  8. Fuck 55
  9. Inferno 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
63

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 23.10.2021. Articolo letto 218 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.