Michael Kratz «Tafkatno» (2021)

Michael Kratz «Tafkatno» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
16.10.2021

 

Visualizzazioni:
320

 

Band:
Michael Kratz
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Michael Kratz [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Michael Kratz [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Michael Kratz [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Michael Kratz [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Michael Kratz [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Michael Kratz

 

Titolo:
Tafkatno

 

Nazione:
Danimarca

 

Formazione:
- Michael Kratz :: All istruments;

 

Genere:
Westcoast / AOR

 

Durata:
50' 19"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
24.09.2021

 

Etichetta:
Art Of Melody Music
[MetalWave] Invia una email a Art Of Melody Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Art Of Melody Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Art Of Melody Music
Burning Minds Music Group
[MetalWave] Invia una email a Burning Minds Music Group [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Burning Minds Music Group

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Atomic Stuff
[MetalWave] Invia una email a Atomic Stuff [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Atomic Stuff

 

Recensione

Nuovo lavoro ad undici tracce racchiuse in questo “Tafkano” per lo svedese Michael Kratz, coadiuvato in questa sua opera strutturata attraverso un mix che racchiude AOR e West Coast da numerosi musicisti e guest di notevole livello tra cui spiccano Bruce Gaitsch, Torben Lyshom, Christian Warburg; l’autore in questo suo secondo disco, ha curato ogni minimo dettaglio anche nel mix grazie anche alla vivissima collaborazione con Kasper Viinberg. L’ascolto sostanzialmente propone in ogni brano quella buona dose di rock di livello, rilassante, coesa, insomma un qualcosa per gente vissuta che snobba sonorità aspre o spigolose. Molti i richiami in questo “Tafkano” che vanno a rilassare l’ascoltatore, forse “abusandone” un po’ troppo a svantaggio di un qualcosa che con l’impiego di synth e una più accentuata impulsività, avrebbe onorato al massimo il tutto. In ogni caso, l’ottima voce dell’autore è riflessiva, naturale e per nulla impostata ben sapendo colpire nel segno i propri fan. Quindi brani come “How Can A Man” molto rievocanti gli anni ’80 o ancora “Without Your Love” forse uno dei migliori brani del platter tra ballad e acustici di chitarra con l’ottimo lavoro di basso tutto da assaporare; non male poi “10 Minutes” e ancora “Too Close To The Edge” ricchissime di melodie che ci cullano sino alla conclusiva “Broken Souls” una incantevole proposta ricca di sonorità moderne e di energetica andatura. Un lavoro fatto con cuore, raffinatezza ed eleganza. Buon ascolto.

Track by Track
  1. Too Close To The Edge 75
  2. The Highway 70
  3. A Way To The Future 80
  4. Without Your Love 75
  5. You're The One 70
  6. Let's Do Something Good 70
  7. Someday 75
  8. Everlasting Lies 75
  9. 10 Minute 75
  10. How Can A Man 75
  11. Broken Souls (Bonus Track) 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
75

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 16.10.2021. Articolo letto 320 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.