Grin in Fear «Legion» (2021)

Grin In Fear «Legion» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
28.09.2021

 

Visualizzazioni:
354

 

Band:
Grin in Fear
[MetalWave] Invia una email a Grin in Fear [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Grin in Fear [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Grin in Fear [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Grin in Fear

 

Titolo:
Legion

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- SARA MEI :: Voce;
- AMBRA DEAGOSTINI :: Chitarre;
- EROS MELIS :: Chitarre, Cori
- MARISTELLA SPANU :: Basso
- MARCO SCAFIDI :: Batteria

 

Genere:
Melodic Death Metal

 

Durata:
27' 16"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
15.07.2021

 

Etichetta:
Heathen Tribes
[MetalWave] Invia una email a Heathen Tribes [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Heathen Tribes [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Heathen Tribes

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Infinity Heavy
[MetalWave] Invia una email a Infinity Heavy [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Infinity Heavy [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Infinity Heavy

 

Recensione

Particolare questo “Legion”, debutto dei Grin In Fear il cui nome si associa all’espressione o ghigno del volto umano scelto quasi involontariamente per non celare pensieri o sentimenti che sono insiti in ognuno di noi. La band, composta per i suoi tre quinti da donne, condensa in poco meno di mezz’ora sette tracce all’interno delle quali la grinta del growl scream femminile fa tutto il resto. Non troppo tecnici i contenuti dei brani ma indubbiamente, nel proprio stile di melodic thrash death metal, si rifanno in parte alle correnti nordiche bilanciandosi particolarmente tra thrash e melodie; quanto ai suoni, questi paiono piuttosto semplici senza alcun tipo di ricorso ad effetti al punto da apparire in alcuni passaggi più ruvidi e grezzi. Idee discrete che prendono subito il sopravvento dopo con la prima effettiva traccia “Legion” dove la band non si risparmia qualche raro passaggio groove dando in ogni caso la preferenza al proprio death thrash metal; segue poi “Put Your Mask On”, un brano più convincente del primo proprio per un’andatura più varia e più melodica; l’ascolto va avanti con “Be Your God”, i cui tratti oscuri si percepiscono sin da subito nel momento in cui le serrate ritmiche non concedono alcuna tregua permanendo nella loro costanza e sferzate da un motivo orecchiabile; “A Secret Family” e la successiva “Brainwashed” si mantengono sui toni delle precedenti mentre l’ultima in tracklist ovvero “Nocturnal Panic” nella sua forsennata violenza dà prova che questa band ha del talento e molta grinta che, maggiormente curati e sviluppati in favore di iniziative appena più diversificate, potranno indubbiamente offrire risultati molto più valorosi.

Track by Track
  1. MC 5,1-9 S.V.
  2. Legion 70
  3. Put In Your Mask On 70
  4. Be Your God 60
  5. A Secret Family 65
  6. Brainwashed 65
  7. Nocturnal Panic 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
66

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 28.09.2021. Articolo letto 354 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.