Reality Grey «Beneath This Crown» (2021)

Reality Grey «Beneath This Crown» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
07.09.2021

 

Visualizzazioni:
482

 

Band:
Reality Grey
[MetalWave] Invia una email a Reality Grey [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Reality Grey [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Reality Grey [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Reality Grey [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Reality Grey

 

Titolo:
Beneath This Crown

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Tommy Montenegro :: Vocals
- Anto Addabbo – Guitars, Clean Vocals;
- Alberto Pinto :: Guitars;
- Alex Giustino :: Bass;
- Francesco Inchingolo :: Drums;

 

Genere:
Melodic Death Metal

 

Durata:
57' 12"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
07.05.2021

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
Blood Blast Distribution
[MetalWave] Invia una email a Blood Blast Distribution [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Blood Blast Distribution

 

Agenzia di Promozione:
Asher Media Relations
[MetalWave] Invia una email a Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Asher Media Relations

 

Recensione

Con un sound evolutosi sempre al meglio sin dagli inizi della propria carriera musicale, i Reality Grey sfornano questo eccelso “Beneath This Crown”, terzo lavoro della propria carriera musicale fondata su di un death metal melodico di una potenza inaudita capace di renderci veramente fieri che si tratta di un vero e proprio Made in Italy. Dall’ascolto, emergono ricordi stilistici appartenenti a The Absence ma anche a Abigail Williams e via discorrendo e che parametrati alla potenza di questa band ne rendono non poco gli onori del passato; al di là di una maniacale produzione di indiscusso livello, la band forgia riff incredibili unificati a tantissimi stop’n’go e immancabili melodici tra lead e passaggi in mid tempo. Il growling è incredibilmente versatile ed aggressivo tenuto conto della propria capacità di adattarsi continuamente ad ogni variazione rimica offrendo un ascolto unico per il genere. Il contenuto del disco, parte dopo l’intro “Legion” alla fortissima e compatta “Fade In Fear”, brano intenso potente e melodico che mette sin da subito in chiaro il resto del lavoro; l’oscura apertura di “Preachers Of The Haterd” è indubbiamente uno dei punti di maggior livello del disco, quasi a rammentarci questa volta i Soilwork di qualche anno fa; ma ancora “Daybreakers”, “Multidimensional Hollow” dalla tecnica e compattezza inaudita, “Dreaming” il cui growl si alterna ad un soave clean tutto al femminile e “Beneath This Crowl” che trascina via come un vortice all’apice della propria potenza. Un ottimo disco che forse segna l’apice della carriera di questa band capace di non far rimpiangere minimamente le band sopraccitate e che onora appieno, nella maniera più completa, un genere come quello del melodic death metal. Consigliatissimo, senza la minima esitazione.

Track by Track
  1. Legion S.V.
  2. Fade In Fear 85
  3. Kings Of Nothing 85
  4. Preachers Of Hatred 90
  5. Daybreakers 85
  6. Powerblast S.V.
  7. Multidimensional Hollow 85
  8. The Fury 80
  9. Dreaming 85
  10. Reascent 80
  11. Beneath This Crown 85
  12. Indelible Stains 80
  13. The Void 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 90
Giudizio Finale
83

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 07.09.2021. Articolo letto 482 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.