Chris Catena's Rock City Tribe «Truth In Unity» (2020)

Chris Catena's Rock City Tribe «Truth In Unity» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
06.09.2021

 

Visualizzazioni:
514

 

Band:
Chris Catena's Rock City Tribe
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Chris Catena's Rock City Tribe

 

Titolo:
Truth In Unity

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Chris Catena :: Vocals
and Various Guests

 

Genere:
Hard Rock

 

Durata:
1h 19' 39"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2020

 

Etichetta:
Grooveyard Records
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Grooveyard Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Nee-Cee Agency
[MetalWave] Invia una email a Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Nee-Cee Agency

 

Recensione

Nuovo progetto per Chris Catena, che con questo “Truth in Unity” arriva a proporci quasi 80 minuti di una musica rock n roll dalla lista di ospiti egregia e sconfinata, che va da Kee Marcello degli Europe a membri dei Mr. Big, dei Toto, dei Whitesnake, L.A. Guns, Uriah Heep e tanti tanti altri. Ora, con 80 minuti di musica era facile aspettarcisi un disastro, dove la musica era troppo diluita nei minuti e magari gli ospiti avrebbero fatto perdere personalità a Chris Catena, mettendoci troppo del loro e oscurandolo. “Oscurare” e “musica diluita” un corno.
“Truth in unity” infatti mette in chiaro cosa sa fare la “Chris Catena Rock City Tribe”: questo cantante e il suo collettivo musicale infatti marchia a fuoco tutti i suoni brani dal primo all’ultimo, con un gusto per gli arrangiamenti eccezionale e con tutti gli ospiti illustri che si adagiano perfettamente nella musica, piena di riffs perfettamente calibrati e di assoli che conferiscono la giusta marcia in più ai brani e rendendo questo strumento il mattatore indiscusso del disco, che non conosce pietà sia nella grande “The trickster”, sia nei due brani successivi più da biker, sia nella parte centrale, dove Chris Catena sembra volerci proporre una ballad, ma invece sa far evolvere la musica in tripudio, evidente in “Get ready” e nella Europe-styled “My angel”, per toccare punte più metal in “Round the bend” e nella diretta “Still a fool”, passando per scat alla voce e omaggi ai Bee Gees. Tutto questo per quasi 80 minuti di una musica che lascia impressionati per la qualità musicale, la competitività degli arrangiamenti e la competenza dell’ispirazione musicale, il tutto per un risultato ineccepibile e davvero da ascoltare.
Non c’è praticamente altro da dire in quest’album, se non che sinceramente questo è un acquisto praticamente obbligatorio per i fan del rock e della chitarra solista, visto che dischi così semplicemente non ne escono spesso. Magnifica sorpresa da acquistare e custodire gelosamente.

Track by Track
  1. Angel city 85
  2. The trickster 90
  3. Down in the black 85
  4. Motorcycle killers 85
  5. The seventh son 85
  6. Get ready 90
  7. My angel 90
  8. Still a fool 90
  9. Who knew 80
  10. Livin wreck 80
  11. Round the bend 90
  12. Fall of our heroes 90
  13. Freedom 90
  14. Theme for an imaginary western 80
  15. Riding the freebird highway 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 85
  • Originalità: 90
  • Tecnica: 90
Giudizio Finale
87

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 06.09.2021. Articolo letto 514 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.