Desdemona «Look for Yourself (A Tale of Love And Pride)» (2020)

Desdemona «Look For Yourself (a Tale Of Love And Pride)» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
23.08.2021

 

Visualizzazioni:
253

 

Band:
Desdemona

 

Titolo:
Look for Yourself (A Tale of Love And Pride)

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Andrea Marchisio :: Vocals
Christian Rosso :: Guitars
Alessandro Mussa :: Bass
Maurizio Anello :: Drums
Foca Torchia :: Keyboards

 

Genere:
Symphonic Metal

 

Durata:
55' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2020

 

Etichetta:
Elevate Records
[MetalWave] Invia una email a Elevate Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Elevate Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Elevate Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Nuova ristampa in digitale per il secondo full length dei Power metallers Desdemona, che ci ripropongono il loro secondo album e anche ultimo, originariamente uscito nel 2004, chiamato “Look for yourself”, e che conferma appieno le buone promesse già intraviste nel primo album.
Del primo album infatti apprezzammo la genuina originalità dei Desdemona, che ci riproponevano uno stile musicale ormai desueto, dove il Power era ancora un genere ancora per metalheads e non che cercava di suonare spocchioso e troppo pompato, e questo andava a coprire anche qualche spigolosità di songwriting qua e là affiorante. “Look for yourself” semplicemente affila le armi e ci presenta una band che matura, rende il sound più complesso (a volte prog) e più intrigante, come si può ascoltare nella bella title track o nell’eccellente “Nuntius Diaboli”, dove sia la chitarra solista che il cantante stanno costantemente sugli scudi e si lasciano andare a partiture notevoli che graziano il disco, per un sound perlopiù personale, dove a volte si sentono un po’ di Symphony X e altre volte si sentono gli Stratovarius di metà carriera, come nel funambolismo tecnico di “Summon my name” o “Love and pride”, il brano che si rifà al primo disco in misura maggiore, e tutto con un tiro invidiabile, che ti trascina anche quando i ritmi si fanno più rallentati come nella quasi – ballad “Unforgiving soul”, il tutto per 55 minuti precisi di perizia musicale e capacità tecniche che adornano le loro composizioni, mai prolisse e sempre a tiro.
“Look for yourself” è dunque invecchiato molto bene, e forse ha la sola colpa di essere stato partorito nel 2004, cioè un anno dove il Power in Italia stava calando, e dove c’era la voglia di riascoltare qualcosa di davvero estremo e underground, dopo anni di Nu metal che infastidiva il metal classico. Fosse stato un disco fatto in qualche nazione al top per il metal in quegli anni, e magari anche concepito 2 anni prima, avrebbe senz’altro avuto il successo che meritava. Questa è la vostra opportunità per dimostrare che i Desdemona meritavano davvero di più.

Track by Track
  1. I am the mirror - Intro S.V.
  2. Look for yourself 80
  3. Stavkirken 75
  4. Nuntius diaboli 85
  5. Golden cage 75
  6. Summon my name 85
  7. The invocation 75
  8. The rage inside my heart 80
  9. Unforgiving soul 75
  10. Love and pride 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
80

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 23.08.2021. Articolo letto 253 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.