Screaming Banshee «Pierceive» (2021)

Screaming Banshee «Pierceive» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
13.08.2021

 

Visualizzazioni:
346

 

Band:
Screaming Banshee
[MetalWave] Invia una email a Screaming Banshee [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Screaming Banshee [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Screaming Banshee [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Screaming Banshee [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Screaming Banshee [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Screaming Banshee

 

Titolo:
Pierceive

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Simone Ornati :: Vocals & Guitars;
- Luca Ficorella :: Guitars;
- David Folchitto :: Drums;

 

Genere:
Progressive Death Metal

 

Durata:
1h 19' 8"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
30.04.2021

 

Etichetta:
Cult Of Parthenope
[MetalWave] Invia una email a Cult Of Parthenope [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Cult Of Parthenope [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Cult Of Parthenope [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Cult Of Parthenope

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Mi ero già occupato degli Screaming Banshee in occasione dell’ultimo “Descent” ed oggi posso dire che questo nuovo “Pierceive”, rappresenta in sostanza una prova diametralmente diversa rispetto alla precedente. Mi spiego meglio: la band è fantastica e chi ne fa parte indubbiamente non ha bisogno di presentazione nell’ambito del panorama italiano, ma questa volta posso tranquillamente dire che gli Screaming Banshee hanno introdotto nel nuovo disco moltissimi elementi personali che, pur non allontanandosi mai troppo dallo stile base rappresentato da Cynic, Death, Pestilence ed altri, offrono un proprio più che significativo apporto. Ritmiche fantastiche, riff che fungono da ponte di collegamento tra il death prog del passato con quello dei giorni nostri, frutto di passaggi rapidissimi, ricchi di melodie e dai contenuti tutti da assaporare, rappresentano la base di questo incandescente lavoro. La prova della band è abnorme, lead solo da manuale, compattezza sonora all’unisono e altrettanti imponenti arrangiamenti, rappresentano una vera pietra miliare per gli amanti delle band sopraccitate. La band indubbiamente ha apportato dei cambiamenti che l’hanno per l’appunto distaccata dall’essere priva di personalità ed oggi, l’aver lasciato emergere questo significativo elemento rappresenta un vero punto di svolta per la band. Inutile passare in disamina i singoli brani, la magnificenza è tanta e la tecnica sopraffina dove la conclusione di un primo ascolto, impone l’automatico del secondo, del terzo e così via. In poche parole e d in conclusione questo “Pierceive” è un disco da acquistare praticamente ad occhi chiusi.

Track by Track
  1. Heritage 85
  2. Reality Is Perception 80
  3. Devotion 80
  4. Sweet As Pain 80
  5. The Missing One 80
  6. Conflict 80
  7. Born Creators 85
  8. To Be Or To Learn S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 90
Giudizio Finale
81

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 13.08.2021. Articolo letto 346 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.