Endless Nine «InDeepEndEnt» (2020)

Endless Nine «Indeependent» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
04.07.2021

 

Visualizzazioni:
750

 

Band:
Endless Nine
[MetalWave] Invia una email a Endless Nine [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Endless Nine [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Endless Nine

 

Titolo:
InDeepEndEnt

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Francesca Fasino :: Vox, production
Marco Monterubbianesi :: Guitars
Simone De Cesaris :: Drums
Luca Gnocchini :: Bass

 

Genere:
Rock / Progressive / Elettronica

 

Durata:
44' 59"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
30.10.2020

 

Etichetta:
Elevate Records
[MetalWave] Invia una email a Elevate Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Elevate Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Elevate Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Promettono bene gli Endless Nine, una band che al proprio disco di debutto ci propone 6 brani nuovi più 3 dell’Ep per un totale di 45 minuti di musica all’insegna di un abile mix tra alternative rock e un progressive ammodernato, con tendenze core e perfino qualcosa di electro. Già dalla definizione musicale chilometrica possiamo capire che o sei un idiota a fare questi generi, o ci sai fare. E fortunatamente gli EN ci sanno fare.
Lo si nota sin dalla opener “I am”, un brano forse il più electro di tutti e che si barcamena tra influenze alternative sempre prevalenti, ed altre core e djent, per un risultato forse un po’ classico ma pur sempre ben fatto, e che per il prosieguo dell’album continua a mescolare queste influenze a dosi variabili, per un risultato che sorprende e che suona sempre fresco, graziato da una capacità vocale di Francesca davvero buona, nonché da un abile substrato musicale, a suo agio anche con i tempi dispari di “How far” e di “Kill hattori hanzo”, ed è così che ci troviamo di fronte al groove più calcato di “The mirror of desire”, alternato alla melodia più leggera di “Breathe”, passando per la voglia di rockeggiare di “Rise and shine” fino alla bella conclusione musicale di “To your soul”, che con il suo bel ritornello fa da buona summa compositiva di questo “InDeepEndEnt”.
In conclusione, gli Endless Nine promettono davvero bene, il loro alternative rock è poliedrico, rifugge l’easy listening e sa come farsi notare con complicati songwritings senza suonare ampollosi o pretenziosi. Non male, in un periodo di dischi troppo affrettati e ispirazioni rimediate.

Track by Track
  1. I am 75
  2. In my head 75
  3. Control mind 70
  4. The mirror of desire 80
  5. Breathe 75
  6. How far 75
  7. Kill Hattori Hanzo 70
  8. Rise and shine 70
  9. To your soul 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
75

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 04.07.2021. Articolo letto 750 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.