Fenisia «The Spectator» (2020)

Fenisia «The Spectator» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
20.05.2021

 

Visualizzazioni:
506

 

Band:
Fenisia
[MetalWave] Invia una email a Fenisia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Fenisia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Fenisia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Fenisia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Fenisia

 

Titolo:
The Spectator

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Nic Ciaz :: Vocals, Lead Guitar
J Snake :: Rhythm Guitar, Backing Vocals
Doc Liquido :: Bass, Backing vocals
Tig Smith :: Drums

 

Genere:
Modern Alternative Metal

 

Durata:
39' 16"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
30.10.2020

 

Etichetta:
Eclipse Records
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Eclipse Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Eclipse Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Nuovo album per i rockers Fenisia, una band la cui musica in questo “The spectator” è chiaramente influenzata in quantità massicce dal southern rock e anche da certo metal classico, e il cui punto di forza, diciamolo subito, consiste nel saper costruire una serie di brani catchy e potenti, dove niente è innovativo, ma dove tutti gli ingredienti stanno al posto giusto e nelle giuste quantità.
Questo lo si sente sin dalla opener “Lord lumieres”, un brano fiammeggiante e con una voce che più volte sembra declamare il proprio debole per Ozzy Osbourne, e con il resto dei brani che, più o meno, si attengono su questo stile compositivo, con una “Sky oracle” piacevole e d’effetto, una “Manifesto” dal buon groove e buon lavoro del basso, passando per la ruggente “Eternal cult” e concedendo solo “Burned in my brain” alla melodia e a qualcosa di più acustico. Il tutto per un risultato che scorre sempre liscio e che per 40 minuti promette di divertirvi sia ascoltando il disco che da live, dove l’energia della band è più tangibile. E poco importa che “The spectator” gioca sempre sull’immediatezza e mai su altro, facendo risultare per questo motivo l’album non molto innovativo e forse anche un po’ monocromatico: il divertimento qui c’è, ed è ciò che in questo genere conta. Se ciò che cercate è una scarica southern rock/metal, questo album dei Fenisia è una allettante tentazione per i vostri orecchi.

Track by Track
  1. Lord lumieres 70
  2. Sky oracle 70
  3. Manifesto 75
  4. Wake me up 70
  5. Eternal cult 75
  6. Burned in my brain 70
  7. Wizard of the world 65
  8. Conspiracy rules 70
  9. Are you gonna go my way (Cover Lenny Kravitz) S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 20.05.2021. Articolo letto 506 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.